Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Finalmente c’è l’incentivo alla produzione di energia solare termodinamica!

Il 22 marzo ho postato sul mio blog un intervento pessimistico dal titolo “vien voglia di chiedere asilo politico alla Germania“, a proposito del mancato incentivo delle tariffe per favorire la produzione di energia solare termodinamica. Il “buco normativo” era stato denunciato da Milena Gabbanelli nella puntata di  Report del 16 marzo. Sarà una coincidenza, ma gli strali di Report sembrano aver avuto effetto. Pochi giorni dopo, il 26 marzo, la conferenza unificata Stato-Regioni ha dato via libera al decreto.  Il provvedimento “prevede tariffe incentivanti della durata di 25 anni che vanno da 0,28 a 0,22 euro per ogni Kilowattora prodotto da aggiungere al prezzo di vendita, per gli impianti che sfruttano la tecnologia solare termodinamica ed intende incentivare tecnologie che utilizzano termoconvettori non inquinanti ed impianti che prevedano l’accumulo di energia. Gli incentivi previsti sono cumulabili con finanziamenti in conto capitale che rientrano nelle soglie del 10 per cento del costo dell’investimento e con capitalizzazione anticipata eccedente il 25 per cento del costo dell’investimento. Qualora ci siano investimenti che superano queste percentuali verranno ridotte le tariffe incentivanti in rapporto al finanziamento ricevuto”. L’obiettivo nazionale previsto al 2016 è di circa 200 megawatt prodotti con questa nuova tecnologia. Il Governo conferma così l´impegno per la produzione di energia solare legato al “progetto Rubbia”, nominato consulente per le rinnovabili dallo stesso ministero dell’ambiente dopo il ritorno in patria del premio Nobel, che si era trasferito in Spagna per realizzare un analogo impianto di dimensioni assai più vaste. Meglio tardi che mai. Una vittoria del buon senso e del buon giornalismo.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
marzo: 2008
L M M G V S D
« Lug   Apr »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31