Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Pharming alla turca

Sembra un film movie l’azione di pharming di un gruppo di cracker turchi capeggiati da un azero poliglotta. In trentasette hanno prosciugato duemila conti correnti in varie banche nazionali. Bottino di sei milioni di nuove lire turche, circa tre milioni di euro. Alcuni di loro sono andati a folleggiare al carnevale di Rio, prima di essere beccati dalla polizia. Il quotidiano Vatan pubblica i particolari dell’operazione. Il capo dei cracker, Nejat Kerimov, è stato fermato con alcuni dei complici.  La truffa – racconta  il giornale – e’ stata messa in atto, come accade in molti paesi, dopo aver creato siti-civetta (pharming) simili a quelli di grandi banche turche. Da questi siti partivano le mail  di phishing, con la richiesta di aggiornare password e codici di accesso per le operazioni di home banking. Hanno abboccato in duemila.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
aprile: 2008
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930