Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Giornali di carta: Murdoch ci va giù duro

Tra cinque o dieci anni stampare i quotidiani sarà solo uno spreco di soldi, dice il magnate della comunicazione globale Robert Murdoch. Avvenire a tinte sempre più fosche per la carta stampata negli Stati Uniti, a causa della concorrenza di Internet e della free-press. Murdoch, proprietario di 170 testate in tutto il mondo, è intervenuto alla conferenza “All Things Digital” organizzata dal Wall Street Journal a Carlsbad, in California.

“Negli ultimi sei mesi la raccolta pubblicitaria dei giornali americani è calata del trenta per cento. Gli editori, da una decina d’anni a questa parte, hanno ridotto i costi di produzione, grazie ai computer, ma non hanno tagliato sui giornalisti. Adesso – aggiunge Murdoch – si deve economizzare sui giornalisti e questo comporterà comunque un deterioramento della qualità dell’offerta. Comunque la carta stampata vivrà ancora vent’anni – rileva Murdoch – ma i giornali dovranno potenziare le edizioni digitali, fare sinergie sempre più profonde e intervenire anche sul linguaggio. Gli articoli dovrebbero essere più brevi, almeno la metà rispetto a quelli proposti oggi”, ha concluso il magnate con una battuta “.

 


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
maggio: 2008
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031