Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Un buon navigatore

Ne sono passati di navigatori satellitari, tra le mie mani. Ricordo un costosissimo VDO Dayton installato nel cruscotto, una decina di anni fa. Sembra archeologia industriale, rispetto alla nuova generazione di ricevitori che fanno tutto, tranne il caffè. Ho avuto in prova per qualche settimana il TomTom GO 730 Traffic. Non gli manca quasi nulla, a parte un supporto per il parabrezza più ergonomico e stabile e una pochette per riporlo quando non serve.

Questo bell’oggetto costa poche centinaia di euro, rispetto ai milioni di lire necessari per il mio vecchio VDO Dayton. La differenza più sostanziale, la marcia in più rispetto ad altri navigatori appena arrivati sul mercato, si chiama IQ Routes e Advanced Lane Guidance.

IQ Routes è una tecnologia in grado di calcolare con una buona approssimazione il tempo di viaggio reale. Come funziona? Grazie al calcolo dei punti critici delle strade da percorrere. Troppi semafori o strisce pedonali, ad esempio. TomTom nel corso degli anni ha raccolto le segnalazioni degli utenti e il database, continuamente aggiornato, viene interrogato dal software per proporre alternative più fluide. Ho avuto modo di constatarlo di persona, durante un viaggio a Roma. Il navigatore, questa volta, non mi ha fatto fare la solita strada, ma mi ha indirizzato su un percorso per me inedito. Credo di aver risparmiato una manciata di minuti e qualche coda.  

L’altra soluzione proposta da TomTom GO 730 Traffic è la guida avanzata per le corsie, particolarmente utile quando ci si avvicina a uno svincolo particolarmente impegnativo. Sul monitor appaiono i cartelli stradali che troverai dopo qualche istante e una freccia che ti guida fino all’imbocco della corsia giusta. In un paio di casi mi ha evitato di uscire nel posto sbagliato e tornare indietro, come mi accadeva con altri navigatori.

Non ho potuto apprezzare le potenzialità del servizio HD Traffic Receiver perchè è necessario abbonarsi e non valeva la pena di farlo per il periodo della prova, ma ho letto in vari gruppi di discussione inglesi e francesi che si tratta di un accessorio strategico nelle zone a rischio congestione da traffico.

Comoda l’immissione vocale degli indirizzi. Aiuta a non distrarsi durante la guida.

Ottimo prodotto, con alcune debolezze: il mio smartphone Glofiish X800 non è amato da TomTom, che ne limita le funzionalità durante il collegamento Bluetooth. Non ho potuto usare il vivavoce. Del supporto per il parabrezza, scomodo, ho già parlato, così come della mancanza della custodia in cui riporre il navigatore quando si esce dall’auto. Piccole defaillances che non fanno sfigurare le qualità di un navigatore di prim’ordine.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
luglio: 2008
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031