Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

USA: piccolo è bello, on line costa meno e non si consuma benzina

C’è una corrispondenza dell’ANSA da New York che ci fa comprendere, più dei dati ufficiali, più dell’andamento borsistico, la profondità della crisi economica negli States. I giornali “importanti” l’hanno trascurata e dunque ve la propongo io:

Gli americani si adeguano alla crisi economica e alla corsa dei prezzi, rivedendo le proprie abitudini e costringendo le aziende a seguirli. Auto piu’ piccole, biciclette, motorini e shopping on line contro il caro-benzina. Ma anche case piu’ piccole ed economiche per contenere le spese, sempre piu’ elevate. Le grandi societa’ seguono attivamente i cambiamenti in atto e si adeguano rivedendo la propria gamma di prodotti: Gm e Ford, ad esempio, hanno annunciato una profonda riorganizzazione della produzione, accantonando Suv e pick up, le vetture con maggiori margini di profitto ma ora troppo costose per i consumatori, per concentrare le proprie forze su auto piu’ piccole ed ecologiche.

Per risparmiare sulla benzina, schizzata a oltre 4 dollari al barile con l’aumento delle quotazioni petrolifere, sempre piu’ americani privilegiano l’online per ogni tipo di acquisto, dal riempire il carrello della spesa all’abbigliamento. E cosi’ le vendite web di colossi retail quali Gap, Victoria’s Secret e J. C. Penney si impennano. “Molte persone preferiscono l’online perche’ piu’ efficiente in termini di tempo ma anche di denaro, visto il problema benzina“, spiega il chief marketing officer di J.C.Penney, Mike Boylson.

Il boom dell’e-commerce, se da un lato fa piacere perche’ bilancia una flessione delle vendite dirette, dall’altro preoccupa perche’ significa che i negozi continueranno a restare vuoti. Secondo gli analisti, le vendite via internet saliranno quest’anno a 200 miliardi di dollari, contro i 175 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente. Ma effettuare gli acquisti su internet e’ solo uno dei tanti modi che si stanno diffondendo negli Usa per difendersi dal caro-benzina.

C’e’ infatti la diffusione delle due ruote, con vendite di biciclette e motorini alle stelle (solo le vendite della Piaggio in giugno sono salite del 146%), e l’abbandono della vetture di taglia grande, poco economiche e molto inquinanti. Un trend questo che si e’ ultimamente accelerato causando non pochi problemi ai colossi dell’auto americani.

Il calo delle vendite di automobili, in parte legato alla benzina e in parte alle maggiori difficolta’ incontrate dai clienti nell’accendere finanziamenti, ha portato Gm e Ford ad optare per decisi tagli della forza lavoro e, soprattutto, per un revisione drastica delle strategie di produzione, cambiando il mix di prodotti: piu’ spazio alle piccole e meno alle grandi.

Piccolo e’ meglio anche sul fronte casa. I prezzi degli immobili saranno anche in calo ma acquistare la casa non e’ alla portata di tutti. E per limitare la spesa sono gli appartamenti di taglio medio piccolo ad andare per il meglio. Magari anche senza portiere 24 ore su 24 e in condomini e palazzi senza piscina e palestra: optional questi per i quali e’ necessario sborsare anche un migliaio di dollari al mese e, quindi, divenuti troppo costosi.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
luglio: 2008
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031