Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Una perquisizione tira l’altra

Come direbbe un bravo cronista, tre episodi analoghi non sono più un fatto casuale ma un trend. Dal 13 settembre a oggi – per la terza volta – le guardie di finanza sono entrate nelle redazioni dei giornali e nelle abitazioni dei giornalisti per sequestrare documenti e computer. Oggi è toccato di nuovo all’Espresso, per l’inchiesta “Gomorra al nord” di Gianluca Di Feo e Emiliano Fittipaldi pubblicata sul numero uscito ieri in edicola. I militari sono andati anche a casa del collaboratore napoletano Claudio Pappaianni. Siamo di fronte a una vera e propria intimidazione nei confronti di chi fa giornalismo d’inchiesta.  

Ecco qui il comunicato della direzione dell’Espresso

Qui il Comitato di Redazione del settimanale

Qui una nota del segretario della Fnsi,  Franco Siddi

La protesta del presidente dell’Ordine dei Giornalisti, Lorenzo Del Boca

Solo che non bastano più i comunicati. Mercoledì scorso, durante i lavori del consiglio nazionale dell’Ordine, ho sottolineato nel mio intervento la necessità di manifestare con forza la preoccupazione e il disagio dei giornalisti italiani. Ho proposto all’Ordine di acquistare pagine su tutti i quotidiani per esprimere tale posizione e chiedere sostegno ai cittadini che credono ancora nella libertà di informazione. Mi auguro che i vertici dell’Ordine accolgano il mio consiglio.

 


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
settembre: 2008
L M M G V S D
« Ago   Ott »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930