Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Tutti a scuola da Cenerentola

Non sarà la scarpina fatata di Cenerentola ma poco ci manca, perché i ricercatori che hanno creato la macchina per fare le scarpe su misura, l’hanno chiamata Magic Mirror. Bravi e spiritosi, gli scienziati dall’Istituto di tecnologie industriali e automazione (Itia) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), che ha sede a Milano.

Lo Specchio magico permette di provare in modo virtuale il modello di scarpe preferito, modificato e personalizzato in modo da renderlo il piu’ comodo possibile. E’ stato realizzato nell’ambito del progetto europeo Cec-Made Shoe . E’ un sistema che, abbinato alla tecnologia high-tech per realizzare calzature su misura, permette di conciliare comodita’ e design. 

“Il Magic Mirror e’ uno strumento di ‘realta’ aumentata’, un mix di realta’ virtuale e realta’ vera”, spiega il coordinatore della ricerca, Marco Sacco. Utilizzandolo, aggiunge, “ci si potra’ vedere riflessi con sovrapposto al proprio piede il modello virtuale della scarpa che piu’ ci piace”. In futuro, quindi, entrando in un negozio di calzature si potra’ scegliere il modello preferito su uno speciale catalogo elettronico e poi personalizzare la scarpa cambiandone alcuni particolari, come colore, tacco, impunture, fibbia. Quindi si indosseranno, direttamente sulle scarpe, calzari con sensori di movimento che serviranno al sistema di tracciamento per rilevare i movimenti: non restera’ che specchiarsi nel Magic Mirror, che nel suo schermo a cristalli liquidi elaborera’ le informazioni del catalogo elettronico insieme agli input dati dal cliente.

Lo stesso gruppo di ricerca sta lavorando al Foot-Glove, una sorta di guanto nel quale infilare il piede per ricevere le sensazioni tattili che si proverebbero indossando scarpe di modelli diversi.

Piccola annotazione personale. Io ho risolto il problema l’anno scorso, quando ho conosciuto Valentino Stizza, un bravissimo artigiano di Montegranaro (la patria delle scarpe di qualità) che propone il suo catalogo su internet e realizza scarpe a mano a prezzi eccezionali. Ne ho un paio ai piedi, mentre vi scrivo….

In questo documento, che ho trovato sul sito di Itia, il Magic Mirror viene descritto nei dettagli.

Le calzature possono essere customizzate su tre livelli diversi:

1. Estetico, quando la scarpa cambia solo a livello estetico cambiando i colori, i materiali o le finiture

2. Best Fit, quando la scarpa è personalizzata entro una serie finita di misure che sono più numerose

delle tradizionali, ma comunque determinate.

3. Custom Fit, quando la scarpa è completamente disegnata e prodotta sul piede dell’utente.

In tutti I casi appena elencati, quando l’utente entra nel negozio per comprare le proprie scarpe personalizzate, le scarpe non sono lì e non possono essere indossate. Il Magic Mirror è uno strumento che usa la Realtà Aumentata (mix di realtà virtuale e realtà vera) per visualizzare il paio di scarpe che il cliente ha appena scelto usando il catalogo elettronico, con l’aiuto del commesso. Il sistema è composto da una telecamera che riprende il cliente e trasmette la sua immagine ad uno schermo LCD posizionato a 40 cm circa da terra. Il cliente può muoversi liberamente e muovere i piedi, l’area di prova è uno spazio normale in cui muoversi. Il Chroma-key usano specifico colore per il pavimento e lo sfondo, il sistema è calibrato su quel preciso colore ed è in grado di sostituirlo con uno sfondo e uno specifico paio di scarpe. L’utente può quindi camminare guardando la  propria immagine tanto di fronte quanto di lato, alzare il piede e vedere la scarpa in diverse posizioni. La posizione e i movimenti dell’utente sono registrati da un oggetto chiamato Polaris. Il Polaris è un sistema di Motion capture: tecnologia a infrarossi che, con un’ottima precisione, riconosce la posizione di alcuni sensori posizionati su entrambi i piedi. Il cliente può selezionare il modello da un catalogo elettronico dopo di che può fare il codesign delle proprie calzature da solo, essendo l’interfaccia del catalogo molto semplice da usare, o con l’aiuto del commesso per affrontare più tranquillamente gli aspetti tecnologici, ma anche per avere consiglio sui trend della moda del momento. 

Per ulteriori informazioni sulla tecnologia e il suo uso, contattare il Dott. Marco Sacco (+39 02 23699601)

 


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
ottobre: 2008
L M M G V S D
« Set   Nov »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031