Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Dai giochi di guerra al campo di battaglia

Si comincia giocando…avranno pensato gli strateghi del Pentagono. Le forze armate statunitensi hanno deciso di investire cinquanta milioni di dollari per realizzare videogiochi destinati al reclutamento e all’intrattenimento delle truppe. L’idea non è nuova, perché già nel 2002 l’esercito aveva messo in linea – download gratuito, ovviamente – il videogioco America’s Army, più volte aggiornato nel corso degli anni.

Obiettivo dichiarato dell’iniziativa è offrire agli utenti di internet una visione realistica di quanto accade sui campi di battaglia. C’è poi il rilancio dell’immagine, quasi a far dimenticare i soldati che tornano dall’Iraq e dall’Afghanistan avvolti nei sacchi di plastica. I cinquanta milioni di dollari saranno destinati alla creazione di giochi e software per il reclutamento e la promozione della vita militare. I giocatori on line – dicono al Pentagono – potranno così familiarizzare con le armi in dotazione all’esercito.

 

 


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
novembre: 2008
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930