Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Sicurezza: Symantec contro Microsoft

Due giorni fa Microsoft aveva annunciato che, a partire dal prossimo 30 giugno, Windows Live OneCare non sarà più a pagamento. Il software per la sicurezza sarà sostituito da una versione gratuita. Nome in codice: Morro. Oggi il contrattacco di Symantec.

OneCare è un bidone, dice in sostanza e senza perifrasi il colosso di Cupertino. La sicurezza non può essere gratuita, afferma  Rowan Trollope, Symantec Senior Vice President Consumer Business. Posizione opinabile. Ci sono ottimi prodotti freeware, in giro, che fanno egregiamente il loro lavoro.

L’annuncio di Microsoft di distribuire OneCare non piu’ attraverso il canale retail ma con una versione basic e gratuita e’ “un’ulteriore dimostrazione che non e’ nel DNA dell’azienda la realizzazione di una tecnologia di protezione di qualita’ e aggiornata di frequente”. E’ il commento di Symantec, che precisa: “Nonostante il prezzo piu’ basso rispetto agli altri vendor, gli utenti hanno espresso perplessita’ in merito a OneCare perche’ offre un livello di protezione inferiore agli standard di mercato oltre a performance scarse, come dimostrato da test condotti da terze parti. Realizzare una versione gratuita di una tecnologia al di sotto degli standard non la rende certo piu’ efficace perche’, semplicemente, innovazione e protezione sono estremamente importanti per una soluzione di sicurezza”.

“Nonostante sia gratis – spiega Rowan Trollope, Senior Vice President Consumer Business – credo che ‘Microsoft OneCare-light’ si comportera’ persino peggio del suo predecessore, sottoponendo in sostanza gli utenti a rischi maggiori senza una protezione valida. Inoltre, dalle ricerche effettuate da Symantec, emerge chiaramente che gli utenti necessitano di un prodotto di sicurezza che non solo garantisca la massima protezione, ma che sia anche performante. E OneCare e’ ampiamente riconosciuto come uno dei software piu’ impattanti sulle risorse del computer”. “A seguito di questo annuncio – conclude Trollope – consigliamo agli utenti di pensare ancora piu’ seriamente a come proteggono loro stessi, la loro identita’ e le famiglie online”.

Fin qui Trollope, che fa il suo mestiere e difende i suoi prodotti. Quanto a me, uso Windows Live OneCare da un anno e non ho mai beccato virus o altro codice maligno. I prodotti di Symantec mi sembrano troppo invasivi e rallentano il funzionamento della macchina. Punto di vista personalissimo.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

  • Zaven

    Sono un'utente privato e non uso piu,fortunatamente, da parecchi anni oramai NORTON Antivirus della SYmantec Inc. I difetti riscontrati sono i seguenti :

    a) Non fermano i virus tra Trojan ,Rootkit, e quelli mutevoli
    b) Pesante i termini di Bytes come un macigno
    c) Fa di tutto per non essere cancellato da qualsiasi PC
    d) Se per caso ha deciso di acquistarlo per 1 anno revocarlo é un impresa . Un utente normale non ce la farebbe mai!! Guai se poi ha deciso un pagamento via RID , carta di credito rinnovabile ….difficilissimo.
    e) Contattare personale Symantec in Italia per chiarimenti …impossibile!!!
    f) Non so se la microsoft riuscira a sdradicare quei furfantelli con MORRO!! Questi disgraziati ingaggeranno tutti i migliori hackers o delinquetelli in rete per bucare il MORRO

    Non so se avrete il coraggio di publicarmi a me basta far sapere alla symantec (e penso che sono ben consapevoli) che moltissimi miei conascenti l'hanno abandonato anche perche difficile trovare nuovi PC senza NORTON (Probabilmente é una forma di costrizione sapendo che debbono per forza promuoverlo dato che la gente é orientata decisamente su altri concorrenti e per di piu free…)

    Naturalmente quanto sopra si riferisce a utenti privati e non aziende . Forse per quanto riguarda le aziende le cose sono decisamente diverse e quindi SYMANTEC funziona a dovere.

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
novembre: 2008
L M M G V S D
« ott   dic »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930