Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Tempi duri per il peer-to-peer

In Italia ci sta pensando la SIAE, in Gran Bretagna fanno persino di peggio. Vogliono imporre una tassa annuale di venti sterline per ogni utente, “per combattere la pirateria video-musicale”. Il ministro per la cultura Andy Burnham (il Bondi albionico), sta pensando di mettere sotto tutela gli Internet Provider con la creazione di una nuova agenzia per i “diritti digitali”. I fornitori di accesso alla rete dovrebbero convincere i loro clienti a non violare la legge quando usano i programmi di file sharing e peer-to peer.

Le agenzie non forniscono dettagli su come e perchè ogni utente dovrebbe sborsare venti sterline in più ogni anno. D’altronde siamo soltanto alle anticipazioni, perchè il progetto definitivo del governo britannico sarà reso noto in primavera. I provider aumenteranno gli abbonamenti? E gli utenti che non fanno peer-to-peer?

I primi commenti sul “Digital Brain”, il libro bianco sul digitale presentato dal Governo di Sua Maestà, sono tiepidi o negativi:

“Ambizioso e imperfetto”, è il titolo del Telegraph.

“Welcome to the brave new world of broadband for all – and Big Brother”, titola l’austero Times che, con un pizzico di ironia mette insieme l’aggettivo coraggioso, audace, e poi paventa il pericolo di un Grande Fratello orwelliano.

“Digital Britain: who’s going to pay?”, chi pagherà? si chiede il Guardian.

La domanda è retorica. Da noi diremmo paga Pantalone, in euro invece che in sterline. Non so come si dica a Londra…


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
gennaio: 2009
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031