Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Windows 7, Morro e la nuova policy di Microsoft

Sembra che Microsoft abbia imparato qualche lezione, dopo il lancio catastrofico di Windows Vista. In effetti Windows 7, già nella versione beta messa a disposizione del pubblico, è compatibile con gli antivirus più blasonati: Symantec, Kaspersky e AVG. In realtà, quasi tutti gli antivirus dichiarano di essere compatibili con Windows 7, anche perchè il nuovo sistema operativo è stato realizzato sull’architettura dell’attuale Vista. Microsoft garantisce che, quando Seven arriverà sul mercato – alla fine di quest’anno o all’inizio del 2010 – gli aggiustamenti necessari saranno ridotti al minimo.

A questo proposito dobbiamo ricordare che nel 2006, quando ci fu il passaggio del testimone da XP a Vista, la differenza di architettura dei due sistemi operativi era ben maggiore. I realizzatori di software furono costretti a lavorare duramente e in fretta per adattare i loro prodotti a Vista. L’errore storico di Microsoft – nel 2006 – fu quello di rifiutarsi di collaborare fin dal principio con le parti esterne, per raggiungere l’obiettivo comune di rendere sicuro e stabile l’allora nuovo sistema.

Ecco perchè questa volta Microsoft ha reso disponibile per tutti (e non solo per gli utenti privilegiati) una corposa versione beta di Windows 7. Senza entrare nel merito della qualità di Seven, i produttori di software possono così lavorare bene e realizzare la piena compatibilità dei loro prodotti con il nuovo sistema. Kaspersky, ad esempio, ha chiesto la collaborazione degli utenti per testare un antivirus in via di realizzazione, destinato a Seven.

Microsoft comunque non sta a guardare e conferma che Windows 7 avrà una soluzione antivirus e antispyware nativa. Morro – questo il nome in codice – sarà gratuito. Circostanza che ha già provocato le reazioni risentite dei colossi degli antivirus e che comunque avrà l’effetto di un piccolo terremoto sul mercato del software destinato alla sicurezza.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
gennaio: 2009
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031