Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Incidenti spaziali

Prima o poi doveva capitare, con tutto quel traffico. Scontro frontale tra due satelliti. Ce l’avevano l’assicurazione?

L’incidente si è verificato martedi’ scorso in bassa orbita, a circa 780 chilometri dalla terra. E’ la quota usata anche dai satelliti meteorologici e per le osservazioni scientifiche. Completamente distrutti il veicolo spaziale di 560 chili dell’Iridium, lanciato nel 1997, e il satellite russo di 950 chili Cosmos 2251, che era stato lanciato nel 1993 e non era piu’ operativo da almeno cinque anni.

Gli scienziati stanno monitorando i detriti lasciati dai due satelliti, circa 500-600 frammenti che arrivano a essere piccoli anche solo 10 centimetri. La maggior parte si dovrebbe incendiare e quindi disperdersi a contatto con l’atmosfera terrestre. L’agenzia spaziale russa (Roscosmos) ha assicurato che i detriti non mettono in pericolo la Stazione Spaziale internazionale, in orbita a 350 chilometri dalla terra e quindi molto al di sotto del punto dell’impatto.

L’incidente e’ avvenuto in un’orbita polare poco distante da quella del satellite meteorologico cinese distrutto da un missile di Pechino in un controverso test effettuato nel gennaio 2007.

Dal 1957 sono stati messi in orbita 6mila satelliti. La Iridium e’ una societa’ del Maryland che gestisce 66 satelliti per le telecomunicazioni. Il satellite distrutto sara’ rimpiazzato entro un mese.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
febbraio: 2009
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
232425262728