Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Quando la convergenza digitale va all’incontrario

Per molti anni abbiamo dato per scontato che la convergenza digitale portasse dalla televisione al computer. Quello che sta accadendo in Giappone induce alla prudenza, perchè non è ancora chiaro chi vincerà la guerra tra mouse e telecomando. In un reportage da Tokyo, la corrispondente dell’AFP Karyn Poupee racconta che Sony, Panasonic, Sharp, Matsushita e Toshiba – le cinque sorelle della tv – pensano a soluzioni ad hoc per le persone anziane, che hanno maggiore dimestichezza con il telecomando. Servizi che portino la rete sul televisore.

La piattaforma di Tv on Demand “AcTVila”, ad esempio, già permette di acquistare film, fare acquisti, giocare, cercare casa, organizzare un viaggio, prenotare i biglietti di uno spettacolo. Tutto senza muoversi dalla poltrona. Fin qui nulla di particolarmente nuovo. La vera novità è la presenza – all’interno del telecomando – di microchip in grado di decodificare le radiofrequenze RFID. Ecco così la nonna che riceve una cartolina dalla nipotina, la avvicina al telecomando e sullo schermo appare la foto della bambina. La mamma, a sua volta, decide di mettere la foto sul telefonino. Appoggia il cellulare sul telecomando e il gioco è fatto.

Ci sono poi i servizi a pagamento e della pubblica amministrazione, tutti a portata di telecomando con lettore di carte di credito, tessera sanitaria e carta di identità, per acquisti e trasmissione/ricezione di dati sanitari, scolastici e anagrafici, ovviamente crittografati per garantire la riservatezza dei dati personali. Sul televisore si potranno inoltre leggere giornali e libri digitali. Si prefigura così una convergenza digitale alternata.

Insomma, i nativi digitali con iPod, cellulari, palmari, netbook e computer. Gli altri con il telecomando.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
marzo: 2009
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031