Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Je vous présente Madame Bovary

Madame Bovary come nessuno l’ha vista. Ottomila pagine di brogliacci, brani cancellati e corretti. Una miniera per studiosi e appassionati della sfortunata protagonista del più celebre romanzo di Gustave Flaubert. Si possono sfogliare i manoscritti, riprodotti ad alta risoluzione, leggere le note a margine, rivedere le trascrizioni con le modifiche al testo. Anche dal punto di vista tecnologico, il sito realizzato dall’Università di Rouen per la biblioteca municipale, ha pochi paragoni. Un matrimonio ben riuscito tra scienza, tecnologia e letteratura.

Il lavoro dei centocinquanta esperti che hanno partecipato al progetto è durato quattro anni. La Biblioteca municipale di Rouen, che custodisce i manoscritti di Flaubert, ha creato il sito internet per mettere a disposizione dei visitatori casuali e degli specialisti di letteratura “un prezioso materiale autografo e uno straordinario esempio di laboratorio creativo”, ha detto Danielle Girard, responsabile del progetto di digitalizzazione.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
aprile: 2009
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930