Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

La Rete sempre sotto attacco

“..la rete è sotto attacco – scrive Vittorio Zambardino sul suo blog –  non solo da parte dei D’Alia, ma anche dei potenti ‘doganieri’ delle Telco, che stanno per far passare una direttiva europea devastante per l’accesso paritario alle diverse applicazioni e dati”. C’è dunque lavoro urgente da fare per il neonato Intergruppo Parlamentare 2.0. Bisogna dare una mano alla Open Net Coalition, che si sta opponendo ad un’altro tentativo di imbottigliare il web.

Scrive ancora Zambardino: “Gli effetti della direttiva Telecoms Package potrebbero essere devastanti? Anche gran parte dei disegni di legge presentati in questo parlamento. Il problema è sempre lo stesso: la cultura dell’establishment che, nell’interesse solido di aziende Telco, televisive, musicali e magari editoriali, sogna di far rientrare il dentrificio nell’astuccio o il genio nella bottiglia. Ma la bottiglia è rotta. Per sempre”.

Ecco come si stanno muovendo i Provider:

Assoprovider sottoscrive la lettera inviata ai Parlamentari Europei dalla OpenNet Coalition affinchè venga salvaguardata la neutralità della Rete nella stesura delle direttive europee che compongono il cosiddetto “Telecoms Package” e che influenzeranno profondamente le leggi dei Paesi Membri nel campo delle telecomunicazioni.
In Europa sono stati proposti un gran numero di emendamenti concernenti la discriminazione del traffico di rete che, se approvati dal Parlamento Europeo a Maggio 2009, ridurrebbero i diritti dei consumatori consentendo agli operatori di filtrare contenuti e applicazioni, e di dare accesso preferenziale a certi servizi bloccandone altri. Le conseguenze saranno gravissime sia per le libertà dei cittadini sia per l’innovazione basata su Internet: tali pratiche infatti scoraggeranno gli investimenti sulle infrastrutture, minacceranno seriamente la prosperità dei medi e piccoli Provider.

Qui il testo della lettera sottoscritta da Assoprovider e inviata ai Parlamentari Europei.

A livello nazionale Assoprovider si augura che il nostro Parlamento dia un segnale forte a favore della Net Neutrality in fase di discussione della proposta di legge dei Senatori Luigi Vimercati e Vincenzo Vita, che va nella giusta direzione a differenza dei diversi disegni di legge presentati negli ultimi mesi rivolti alla regolamentazione della rete.

Perché vi sia neutralità a livello di servizio e di applicativi utilizzati dall’utente finale è necessario che la neutralità sia anche a monte, a livello di gestione delle infrastrutture, incluse quelle del sottosuolo. Per questo motivo Assoprovider anche in questo contesto sottolinea l’importanza per la Rete tutta della VERA libertà di impresa nel settore delle TLC, partendo dai seguenti punti:

  1. separazione della Rete Telecom e di tutte le reti finanziate con denaro pubblico: la sostituzione di un monopolista nazionale con un aspirante monopolista locale NON è la soluzione né del mercato italiano delle TLC né tanto meno del Digital Divide. E i monopoli si creano inevitabilmente quando aziende con sussidi pubblici locali entrano in competizione diretta con operatori privati pur continuando a godere sia della finanza collaterale/sussidiaria sia di accessi privilegiati ad infrastrutture fondamentali che dovrebbero essere nel pieno godimento di tutta la collettività (cavidotti, tralicci, immobili, etc.).
  2. modifica delle tasse amministrative stabilite dal Codice delle Comunicazioni che, per la loro entità, di fatto altro non sono che forzose barriere di accesso che impediscono a piccoli e medi operatori di investire, ad esempio, nella creazione di reti in fibra ottica o su frequenze radio riservate.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
aprile: 2009
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930