Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Soia nucleare

La soia cresce intorno alla centrale di ChernobylLa soia sopravvive alla contaminazione nucleare. Le piantine circondano la centrale di Chernobyl. Non sono commestibili, ovviamente, ma gli scienziati slovacchi che fanno esperimenti di biotecnologia nell’area devastata dall’incidente del 1986 pensano di essere sulla strada giusta. Lo studio della soia al nucleare potrebbe portare alla creazione di piante in grado di resistere a condizioni climatiche estreme.

I ricercatori slovacchi, guidati da Martin Hajduch della Slovak Academy of Sciences,  hanno raccolto semi da un giardino vicino al villaggio di Chistogalovka, a cinque chilometri dai ruderi della centrale nucleare. Dopo anni di ricerche effettuati sugli effetti dannosi delle radiazioni sulle piante cresciute in quell’area, scrive la rivista Wired, questa e’ la prima volta che qualcuno scatta un’istantanea di tutto l’universo vegetale che cresce a Chernobyl.

Gli scienziati slovacchi hanno congelato ciascun seme con liquido nitrogeno, schiacciandolo fino a estrarre un mix di proteine. Hanno quindi raccolto le molecole “in un blocco di gel elettrizzato” (traduzione testuale da Wired. Dovrebbe trattarsi di elettroforesi su gel) e poi le hanno identificate singolarmente con uno spettrometro di massa. Infine hanno sottoposto allo stesso procedimento piante che crescevano a cento chilometri dall’area della centrale. Le piante contaminate si modificavano per difendere se stesse, regolando i livelli di decine di proteine in modo da proteggersi da malattie, metalli pesanti e sale. La differenza principale tra le piante nate nell’area dei rifiuti radioattivi e quelle più lontane e’ stata sorprendente: i livelli di centinaia di proteine, conosciute per la loro capacità di trasportare altre proteine, erano bassissimi. Piante vitali e allo stesso velenose, se ingerite da uomini e animali.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
maggio: 2009
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031