Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Wikileaks, Caio e la banda larga, anzi stretta

la-banda-reale-spesso-non-cPer fortuna c’è Wikileaks, la wikipedia della fuga di notizie, dei documenti riservati svelati ai cittadini. Nei giorni scorsi ha sfornato il rapporto commissionato dal governo al manager delle telecomunicazioni Francesco Caio sullo stato dell’arte della diffusione della larga banda in Europa. Il dossier è datato 12 marzo 2009. Un quadro inesorabile, senza veli. Il broadband italiano fa acqua da tutte le parti. Le telecom millantano connessioni che non esistono, così come si faceva in URSS ai tempi dei piani quinquennali, quando i burocrati di partito gonfiavano gli indici di produttività per farsi belli con il Cremlino.

 

Il “tasso di diffusione e crescita è tra i più bassi in Europa”, scrive il consulente del governo. Tra il 2005 e il 2008 non ci sono stati “significativi programmi di investimento in fibra, a fronte di un continuo progresso delle reti NGN in altri Paesi”. “La popolazione in digital divide è al 12%, pari a 7,5 milioni di cittadini”.

C’è troppo doppino di rame e poca fibra, osserva Francesco Caio, che aggiunge: “La banda reale spesso non coincide con la banda nominale”. Insomma, ci fanno pagare connessioni a 20 Mega e ci fanno navigare a un Mega.

 Ho sintetizzato al massimo, perché il rapporto – scritto molto bene – è di centocinque pagine. Dallo stato dell’arte alle proposte. Francesco Caio parla di indispensabile coordinamento tra le amministrazioni pubbliche che agiscono sul territorio, di investimenti non più rinviabili.

Non tutto è perduto: “I giochi  – scrive il consulente del governo – si faranno da adesso ai prossimi 3-5 anni”.


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
maggio: 2009
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031