Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Mobile Payment in arrivo in tutta Europa

mobile-paymentIn Danimarca si può pagare il biglietto del bus (del treno, della metropolitana) con un SMS al numero 1415. Entro il 2009 l’Unione Europea adotterà una normativa comune per consentire il Mobile Payment nei ventisette paesi che ne fanno parte. Il progetto si chiama Secure Mobile Payment Service. Con il cellulare si potrà trasferire denaro (micro pagamenti) e accedere a forme di microcredito, fino a 150 euro.

 Secondo l’agenzia ASCA, gli standard utilizzati nella Unione europea utilizzeranno le comunicazioni di campo vicino (NFC), nuova tecnologia che funziona su brevi distanze, ma molti cellulari non ne sono ancora provvisti. In Italia Antitrust e Agcom, alla fine dell’indagine conoscitiva sulle carte prepagate, hanno convenuto che ”e’ auspicabile che possa trovare spazio l’offerta di tipologie innovative di servizi di pagamento tramite carte prepagate da parte di soggetti non appartenenti al mondo bancario e creditizio tradizionale”. 

In altre parole operatori mobili e aziende potrebbero fare concorrenza ai servizi finanziari piu’ tradizionali consentendo a tutti di pagare tramite il cellulare. Ecco chi e’ gia’ pronto ad entrare nel nuovo busineess.

Poste Italiane. Con il suo operatore mobile virtuale l’azienda ha lanciato il progetto Semplifica, con cui la sim del telefonino viene abbinata a un conto postale o a una carta. In nove mesi sono stati superati i 30 milioni di euro in transazioni tra i clienti di PosteMobile per importi ridotti tra i 5 e i 20 euro”.

Movincom. Il consorzio, nato un anno fa, e’ pronto a rilasciare, nell’autunno 2009, la prima piattaforma in grado di abilitare l’acquisto e l’attivazione di servizi attraverso il cellulare. Con un occhio alla semplicita’ di utilizzo. ”La semplicita’ d’uso e’ cio’ che fa veramente la differenza: fino ad oggi la maggior parte dei servizi si basa su sms, e a nostro modo di vedere questa forma e’ estremamente difficile e frustrante per l’utente, che deve ricordare numero e giusta sintassi – spiega il vicepresidente del consorzio Enrico Sponza -. Noi abbiamo lanciato due nuove idee: l’utilizzo di alcuni menu con dei widget che producano automaticamente gli sms giusti e dei codici a barre bidimensionali, che per esempio potrebbero essere utili agli operatori di trasporto, che devono veicolare pochi prodotti”. Il consorzio puo’ gia’ contare su partnership di ”pregio” come quelle con Samsung e Nokia.

Telecom Italia. Tra le sperimentazioni lanciate dall’operatore spicca quella con Atm, l’azienda di trasporti pubblici di Milano. La sperimentazione, che partira’ nelle seconda meta’ dell’anno, riguardera’ 200 abbonati Atm ai quali saranno forniti, dalla stessa azienda di trasporti, cellulari basati su tecnologia NFC, in grado di attivare la comunicazione wireless a corto raggio e gia’ dai primi mesi del 2010, secondo quanto sostengono le due aziende, il servizio di mobile ticketing sara’ pienamente a regime e utilizzabile da chiunque viaggi sui mezzi di trasporto pubblico cittadino.

Trenitalia. L’azienda ha attivato il sistema ProntoTreno. Dal sito si scarica un software per il proprio cellulare per acquistare i biglietti per i viaggi nazionali). Il sistema mobile replica quello gia’ attivo sul sito online ossia riproduce la stessa interfaccia. Oltre ad acquistare il tagliando di viaggio tramite la carta di credito e’ possibile anche richiedere informazioni sugli orari dei convogli e cambiare la propria prenotazione. 

Telepark. La societa’ campana fondata da Metoda SpA, Salerno Mobilita’ e dal Comune di Salerno, lancera’ dall’autunno un servizio di pagamento parcheggio via sms funzionante anche se l’utente ha il credito esaurito. Con una chiamata senza costi, infatti, sara’ possibile, raggiungere il sistema informatico Telepark che in automatico calcolera’ la tariffa del parcheggio e la addebitera’ al cliente.


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
giugno: 2009
L M M G V S D
« Mag   Lug »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930