Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Un vecchio ma sempre attuale generatore automatico di relazioni scientifiche…e altro

falso-lavoro-scientifico-con-scigen

Falso lavoro scientifico generato da SCIgen

Perché faticare per produrre relazioni, tesine e brevi saggi scientifici? Qualche anno fa tre ricercatori del MIT – Jeremy Stribling, Max Krohn e Dan Aguayo  – hanno creato un generatore random di documenti complessi, sotto forma di relazione scientifica. Si chiama SCIgen. Genera automaticamente articoli mescolando casualmente parole e frasi senza senso che appaiono del tutto rispettabili.

E’ una vicenda ampiamente conosciuta e già raccontata anche da alcuni blogger italiani. A me l’ha fatta scoprire l’amico Francesco Balena, all’indomani dei primi clamorosi risultati dell’esperimento.

Ve la ripropongo perché i tre terribili ex studenti continuano a mietere vittime e le false relazioni scientifiche appaiono ancora su riviste blasonate. L’ultimo caso accertato è in Russia, ma un conoscente di cui non posso fare il nome, mi ha detto che anche lui è riuscito a piazzarne un paio in un’università italiana.

Tra l’altro, cercando cercando, grazie al Partigiano Culturale, ho trovato altri generatori casuali di testi e relazioni. Copio&Incollo dal suo blog, che è fermo al 17 agosto del 2008 (peccato!)….

“….In realtà sul web è possibile reperire generatori di tutti i tipi, a partire da uno che crea al volo dei saggi sul postmodernismo,….. D’altronde, se è possibile tirare fuori una cosa che assomiglia a un articolo scientifico di varie pagine, dovrebbe essere uno scherzo generare testi ben più brevi. Ecco qualche esempio in lingua inglese.

Acronimi per cyborg: inserendo un acronimo, si ottiene un suo possibile significato in chiave robotica. Il gioco sta chiaramente nel partire da parole sensate e vedere che cosa viene fuori: per esempio, A.S.S.U.R.D.O. (Artificial Synthetic Soldier Used for Rational Destruction and Observation), I.N.U.T.I.L.E. (Intelligent Networked Unit Trained for Infiltration and Logical Exploration), S.T.O.L.T.O. (Synthetic Technician Optimized for Logical Troubleshooting and Observation), e, perché no, P.I.R.L.A. (Person Intended for Repair and Logical Assassination).

Slogan: i risultati sono a volte sorprendenti, come nel caso di I think, then misery, A different kind of company, oppure di A different kind of hard work.

Web Economy Bullshit Generator: forse un po’ rozzo, mescola assieme verbi, aggettivi e nomi scelti a caso da una lista; però produce chicche come facilitate frictionless contentengage value-added technologies oppure optimize 24/7 metrics.

Nomi per mobili IKEA: per quanto mi riguarda produce output indistinguibile dalla realtà (FÖRJÄR, OCKONYGÅ, KAVAPPA oppure BODAGVES sono quattro nomi che ho ottenuto uno dopo l’altro, senza scartare alcun risultato).

Nomi di supereroi: decisamente complicato, genera nomi di supereroi con e senza aggettivi, armi, superpoteri e fonte di questi ultimi.

Pubblicità: pensa a tutto, immagini, slogan e impaginazione. Manca solo il nome del prodotto. A me fa paura…

Haiku: anche in questo caso fa tutto il computer, e produce cose del calibro di lamely sleepless sick / furry depression dabbles / filthy vain sheepish.

Temi di ricerca in informatica: anche qui vengono mescolati assieme termini tecnici scelti a caso. 

Nomi di Hobbit: si parte dal proprio nome e cognome e si ottiene il proprio nome Hobbit. Per la cronaca il mio è Fastolph Deepdelver of Brockenborings (broken-boring?).

Cocktail: anche in questo caso non c’è nulla da specificare. In verità non mi avvicinerei a più di due metri dalla maggior parte dei cocktail che consiglia. Però proverei l’Happy ginecologist (porto, Jack Daniels e Mello Yello, da servire in un bicchiere di sherry guarnendo con un sottaceto), se non fosse per la difficoltà di reperire la Mello Yello (una sorta di coca-cola al limone).

Oroscopi: Tu digli di che segno sei e lui ti insulta, non senza esibire una buona dose di sarcasmo. Tra le varie cose, a me ha sfornato questa perla: Keep a close eye on your bank balance today, which shouldn’t be hard given that you’re nearly broke. Your lucky number is 0.

Il tutto è disponibile anche nella lingua del bel paese: è possibile generare al volo, tanto per fare qualche esempio:

supercazzole;

poesie di Sandro Bondi;

discorsi politici;

articoli di libero.

Ma in particolare, se volete giocare con i generatori in lingua italiana non potete non dare un’occhiata a polygen, e se lo fate ci passerete ben più del tempo di un’occhiata. Si tratta di un sito contenente una notevole quantità di generatori. Giusto per citarne alcuni, se ne trovano di specializzati in interviste a calciatori, esami di ingegneria gestionale, lettere inviate a riviste per teen ager, pezzi di Enrico Ghezzi, nomi di comuni lombardi e il mitico Pizzul simulator“.


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
luglio: 2009
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031