Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Quand la nuit meurt en silence à Paris

Quand la nuit meurt en silence, quando la notte muore nel silenzio. Poetico, questo appello per salvare le notti parigine dalla noia e dal degrado, che sta raccogliendo migliaia di firme sulla toile, l’internet francese.

1930_Paris_la_nuit

Da capitale europea delle notti vissute intensamente a metropoli della sonnolenza, dicono gli organizzatori della singolare protesta. Technopol, “Association au service de la culture électro”, è composta soprattutto da organizzatori di serate ed eventi festaioli. Secondo loro, la scomparsa dei bar dei ritrovi tipici, delle boîtes de nuits, sta trasformando in peggio Parigi. “I luoghi di diffusione musicale – scrivono – hanno pagato un pesante tributo alla crescente aspirazione dei parigini alla tranquillità, poiché non vi è vita notturna senza un po’ di tolleranza”. 

Technopol ha indirizzato una lettera aperta ai ministri dell’Interno e della cultura, al sindaco di Parigi e al prefetto. “Le chiusure amministrative, il ritiro di licenze e autorizzazioni ci stanno strangolando”, dicono gli uomini della notte, che vogliono contributi pubblici per l’insonorizzazione dei locali e l’istituzione di zone franche per la vita notturna.

La petizione su internet ha già raccolto migliaia di adesioni.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da RG

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
ottobre: 2009
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031