Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Cronache dall’Est: i faldoni di carta e i laptop

Sara’ pure una questione di poco conto, da rubricare fra le questioni di poco conto. A me, abituato ad essere attento alle piccole cose come segnali significativi di cose piu’ grandi, di poco conto pero’ non pare. Eccola. Per motivi di lavoro seguo dal mio ufficio i telegiornali di televisioni dell’Ovest come dell’Est dell’Europa. Non mi interessano tanto le notizie quanto le immagini, e magari anche il modo con cui sono impaginate. Fra le tante, ce ne sono alcune che mi portano a pormi interrogativi piu’ di altre. Per esempio, quelle che riprendono conferenze, workshop, trattative fra parti sociali o incontri interministeriali.

Da un po’ di tempo ho notato che in occasioni di questo tipo in molti Paesi dell’Europa Occidentale i partecipanti siedono attorno ad un tavolo, a seconda dei casi con davanti al loro posto bottiglioni di acqua minerale oppure una scelta di bottigliette di diversi soft drink. Accanto a questi campeggiano faldoni di carte: evidentemente servono a chi e’ li’ per esprimere la propria opinione e negoziare avendo sottomano documenti che sostengano i rispettivi punti di vista. La scena e’ dunque occupata dalle parole, e soprattutto dalle carte (alla faccia della chiarezza nella comunicazione e dei dichiarati buoni propositi di difesa delle foreste!).

CB007273

In molti Paesi di quello che fino a poco tempo fa chiamavamo Est (ma anche nel Nord Europa) simili riunioni hanno uno scenario diverso: ogni partecipante ha davanti a se’ il proprio laptop. Carte? Niente, neanche a parlarne. Sostituite da presentazioni in PowerPoint: da cinque a dieci slide a testa, efficaci nel trasmettere il pensiero di chi le presenta piu’ di ragionamenti“ conditi con lunghe perifrasi e soprattutto difficili da seguire. Alla fine, quando si tratta di decidere, e’ piu’ chiaro su che cosa si debba decidere, quali siano le diverse posizioni, quali i rischi e le opportunita’ in gioco. Tempi tagliati ed efficacia decisionale aumentata.

OF017701

I telespettatori apprezzano, e soprattutto capiscono meglio. Questione di trasparenza anche.

Trasparenza, parola evocata ed invocata ad ogni momento. Concetto spesso tradito dalla pratica ma che in pratica si puo’ mettere. Con semplicita’ e senza costi aggiuntivi. Bastano i laptop (personali).

Alex Napoli scrive dalla Serbia

—————–


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Alex Napoli

  • Pingback: Cronache dall’Est: i faldoni di carta e i laptop()

  • b3t

    Eh si, molto meglio le presentazioni e la diminuzione (drastica) di documenti cartacei. C'è solo un problema: chi potrebbe/dovrebbe farlo a malapena conosce il tasto di accensione di un PC.

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
dicembre: 2009
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031