Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Grid Computing ovvero l’unione fa la forza con XtreemOS

Il Grid Computing è l’unione che fa la forza. Tutti per uno, uno per tutti. Significa mettere a disposizione le risorse dei singoli computer per sprigionare enormi potenze di calcolo. Insomma, condividere a fin di bene. Per la ricerca scientifica e miriadi di altri buone pratiche. Ebbene, adesso c’è un nuovo strumento messo a disposizione del Grid Computing. Un sistema operativo gratuito. Si chiama XtreemOS.

Un team di ricerca finanziato dall’Unione Europea ha sviluppato e lanciato la seconda versione di un sistema operativo basato su Linux. Il progetto XTREEMOS si presenta con il motto “Making Grid Computing Easier” (Rendere il grid computing più semplice).  C’è un finanziamento di 14 milioni di euro per concludere il progetto entro maggio 2010.

XtreemOS significa Building and promoting a Linux-based operating system to support virtual organisation for next generation grids . E’ una piattaforma di tecnologie open source per agevolare l’uso, la gestione, la scalabilità e la programmazione. XtreemOS riesce a fornire nuove capacità grid, tra cui il monitoraggio e la sottomissione di lavoro in maniera più semplice. Consente anche la gestione di organizzazioni virtuali e l’attuazione di una sicurezza completa.

Tutta la potenza del Grid Computing

Tutta la potenza del Grid Computing (cliccare per ingrandire l'immagine)

I partner del progetto fanno sapere che XtreemOSè disponibile in tre “gusti”: PC, XtreemOScluster e XtreemOS Mobile.

Il gusto PC permette di aggregare singoli PC (personal computer) come risorse computazionali nelle griglie XtreemOS. Il cluster XtreemOS è basato sulla tecnologia Linux SSL (single-system image) di Kerrighed, che è un cluster Linux che permette agli utenti di ottenere un’immagine di un singolo sistema di grandi dimensioni. XTREEMOS Mobile permette l’uso dei servizi XtreemOS sui dispositivi mobili, tra cui i Nokia Internet Tablets.

La versione più recente 2.0 comprende varie funzionalità: (1) creazione e gestione di organizzazioni virtuali dinamiche, (2) gestione dell’esecuzione delle applicazioni, (3) XtreemFS, (4) l’interfaccia di programmazione XOSAGA e (5) Xosautoconfig.

La prima si concentra sull’infrastruttura di sicurezza garantendo l’operatività sicura del sistema, mentre la seconda permette la ricerca di nodi disponibili che soddisfano il bisogno di candidati dell’applicazione, eseguendo poi l’applicazione sui nodi selezionati. XtreemFS permette la scalabilità di installazione aggiungendo macchine con risorse di immagazzinamento libero, l’interfaccia di programmazione XOSAGA offre accesso a risorse e servizi XTREEMOS e Xosautoconfig offre supporto ai gestori delle griglie e ad altri utenti nel loro tentativo di usare i nodi XTREEMOS sulle macchine virtuali, le griglie e nei test bed in maniera veloce.

Gli utenti interessati possono scaricare qui la seconda versione pubblica di XTREEMOS. Sono altresì disponibili online il codice sorgente, applicazioni campione e demo.

I partner XtreemOS appartengono a Cina, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Slovenia, Spagna e Regno Unito.

Fonte: Cordis

—————-


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
dicembre: 2009
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031