Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Germania: la class action sconfigge il Grande Fratello

Italiani e tedeschi possono tirare un sospiro di sollievo. A Roma il governo, dopo i rilievi e le proteste dei cittadini digitali, ha corretto il decreto Romani che avrebbe imbavagliato i blog e i siti con contenuti audiovisivi. A Berlino la Corte costituzionale ha bocciato la cosiddetta legge Big Brother, che avrebbe dato licenza di spiare e memorizzare le comunicazioni elettroniche private.

Il provvedimento è stato dichiarato incostituzionale e adesso il governo deve ripresentarlo. Big Brother avrebbe imposto l’obbligo di archiviare per sei mesi tutti i dati relativi alle comunicazioni (telefoniche e via Internet), come misura preventiva contro la minaccia del terrorismo. 

I giudici della Corte costituzionale tedesca

I giudici della Corte costituzionale tedesca

L’opposizione alla legge, varata nel 2008, ha mobilitato i cittadini, che hanno dato vita ad una imponente class action. La Corte costituzionale ha ricevuto più di trentacinquemila esposti. 

Vittoria del buon senso e del diritto, almeno per il momento. Anche in Francia la legge Hadopi era stata bocciata dalla Corte costituzionale, poi il governo l’ha ritoccata e adesso è in vigore e i cittadini digitali francesi sono meno liberi di prima.


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
marzo: 2010
L M M G V S D
« Feb   Apr »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031