Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Le Poste Finlandesi come “Le vite degli altri”

Sarà pure un  esperimento ispirato a nobili principi – risparmiare carta e migliorare la logistica – ma quello avviato dalle Poste Finlandesi (Itella Posti) più che all’innovazione fa pensare al film “Le vite degli altri”. Succede che le Poste aprono le lettere (ogni tipo di corrispondenza), le passano allo scanner e poi inviano il documento in PDF al destinatario. I finlandesi l’hanno presa proprio male. Neanche la Stasi era così efficiente, dicono i messaggi di protesta pubblicati dal quotidiano Helsingin Sanomat.

Così le Poste hanno dovuto chiarire che si tratta di un esperimento su base volontaria e che gli addetti alla scansione della corrispondenza saranno soggetti ad obblighi ferrei di riservatezza. Le precisazioni non hanno placato l’indignazione popolare. Il test comincerà il 12 aprile a Porvoo, nel sud della Finlandia, una zona a bassa densità di abitanti.

L'attore Ulrich Mühe che interpreta il Capitano della Stasi Gerd Wiesler

I cittadini che parteciperanno all’esperimento riceveranno il documento PDF nella posta elettronica, mentre l’originale sarà recapitato in seguito. Così il postino non dovrà passare ogni giorno ma soltanto due volte alla settimana. Chi vorrà, potrà anche scegliere il solo recapito digitale.

Progetto balordo, che in Italia sarebbe decisamente bocciato dal Garante per la Privacy. Per fortuna le Poste Finlandesi hanno anche buone idee, come i terminal automatizzati per il ritiro dei pacchi 24 ore su 24.


Twitter: @pinobruno

  • Maria Rosaria

    Omnia munda mundis. Come straordinariamente puro era Georg, il regista spiato da Wiesler, che non nutriva il benchè minimo sospetto di essere continuamente tenuto sotto osservazione. FILM MAGNIFICO!!!

    Dài, si tratta di un esperimento a cui volontariamente i cittadini si sottopongono…

    E poi, spiati lo siamo tutti, nella rete e nel mondo digitale le nostre tracce restano. Ci auguriamo di lasciarne tante buone e lodevoli.

    • si, ma se mai volessi scrivere una lettera d'amore, per giunta focosa, mi infastidirebbe non poco sapere che l'impiegato l'ha letta prima della destinataria…che cavolo! Sono esperimenti destinati a fallire….

  • Pingback: Le Poste Finlandesi come “Le vite degli altri”()

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
aprile: 2010
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930