Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Sicurezza urbana: la polizia userà Hermes come in Minority Report

Immaginate un sistema di telecamere in un ambiente urbano, in grado di rilevare i movimenti, il mutamento delle espressioni del viso e addirittura le intenzioni delle persone riprese. Immaginate che l’elaborazione semantica delle immagini sia così rapida da permettere di anticipare le mosse successive e allertare le forze dell’ordine. Vi fa pensare a Minority Report, vero? Solo che questo non è un film di fantascienza ma lo scenario imminente della sicurezza nelle città. Si chiama Hermes Project, questo sistema. E’ l’acronimo di Human expressive representations of motion and their evaluation in sequences.

Hermes in azione

Il progetto è ormai maturo e presto Hermes sarà a disposizione delle forze di polizia di mezza Europa. Con milioni di telecamere di sorveglianza disseminate in tutta Europa, nelle strade delle città, in aeroporti, centri commerciali ed edifici, monitorare e analizzare le immagini e’ molto difficile. Il sistema Hermes non solo individua gli eventi in tempo reale mentre sono filmati dalle telecamere di sorveglianza, ma descrive anche ‘semanticamente’ ciò che accade e reagisce in modo intelligente. 

Opera su 3 livelli: traccia il movimento di persone e oggetti, monitora il comportamento delle persone, e in caso di riprese in quartieri chiusi, scopre in cambiamenti nelle espressioni del viso. La tecnologia Hermes e’ così anche in grado di fare ‘previsioni’ e reagire a ogni altro evento che appare insolito. 

Per rendersi conto di come funziona, si può scaricare e vedere uno dei tanti filmati rielaborati con Hermes durante i test. Il sistema, sviluppato da un pool di ricercatori di cinque Stati europei, propone un nuovo modo di elaborare il sovraccarico di informazioni che ricevono polizia e altri servizi di sicurezza. Hermes mette insieme videocamere statiche, che danno un’immagine complessiva dell’area, e camere brandeggiabili Pan-Tilt-Zoom (PTZ), dotate anche di zoom. L’operatore nella sala di controllo può seguire la persona mentre cammina per la strada o attraversa l’intera città. Al resto pensa il software creato dai ricercatori di Hermes, che elabora movimento, comportamento ed espressioni facciali e restituisce immediatamente lo scenario successivo possibile. 

Una videocamera di sicurezza PTZ

In Minority Report c’erano i precog, tre persone dotate di poteri extrasensoriali di precognizione amplificati. Con Hermes non servono più neanche i medium. E la privacy? C’è di che farsi venire i brividi.


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
aprile: 2010
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930