Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Terrafugia Transition: la prima automobile volante ottiene le autorizzazioni dalla FAA

Un’automobile che vola e poi, dopo l’atterraggio, ripiega le ali per fare rifornimento alla stazione di servizio, prima di essere parcheggiata nel box di casa. Non è una bufala, né un remake del film di Ken Annakin, ma uno straordinario terrariamobile che ha già superato tutti i test. Si chiama Terrafugia Transition ed è stata creata da un team di ingegneri del prestigioso Massachusetts Institute of Technology (MIT). La terrariamobile ha avuto le autorizzazioni dalla Federal Aviation Administration (FAA). Negli Stati Uniti sarà in vendita l’anno prossimo.

Terrafugia Transition in volo

Terrafugia Transition costa circa 194mila dollari e si può già ordinare. Negli Stati Uniti si può fare tutto on line, compilando un modulo. Per gli ordini dall’estero si deve usare la posta o il fax. Pagamento anticipato di diecimila dollari.

Per guidare/pilotare la terrariamobile è sufficiente un corso di venti ore.

Il pieno alla stazione di servizio

Terrafugia Transition ha nel cofano un motore Rotax 912S da 100 CV.  La velocità di crociera in volo è di  185 chilometri orari, con un’autonomia di circa 740 km. Il serbatoio ha una capacità di 90 litri. Su strada la macchina volante va al massimo a 140 chilometri orari e fa dieci chilometri con un litro di benzina verde.

La macchina volante entra nel box!

Tra gli optional c’è anche un paracadute (Full vehicle parachute available), per far scendere dolcemente a terra la Terrafugia Transition. Non si sa mai, si potrebbe anche restare a secco tra le nuvole.

Ancora in volo


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
giugno: 2010
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930