Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

A scuola da Salman Khan il docente che ha fatto entusiasmare Bill Gates

Una lezione di algebra? Nessun problema. La Kahn Academy ne propone 180, con tutorial e soluzioni. Per non parlare di biologia, trigonometria, statistica, chimica organica, finanza, chimica e storia (le guerre napoleoniche, ad esempio). La Khan Academy è tutto merito di Salman Khan, giovane ed eclettico guru della formazione a distanza di alta qualità. Tanto alta, la qualità delle lezioni (peraltro gratuite), da meritare un testimonial di eccezione. Bill Gates, infatti, ha rivelato che lui e i suoi figli sono fruitori entusiasti delle lezioni di Sal Khan.

Sal Khan in cattedra

Il curriculum scientifico del trentatreenne figlio di immigrati dal Bangladesh (il padre) e dall’India (la madre) è di tutto rispetto. Bachelor of Science in matematica, ingegneria elettronica e informatica. Master of Science in ingegneria elettronica e informatica al Massachusetts Institute of Technology, Master of Business Administration alla Harvard Business School.

Bill Gates e i suoi figli fanno parte del numero (in continuo aumento) di discepoli di Salman Khan. In poco più di un mese, diciannove milioni di utenti americani, canadesi, inglesi, australiani e indiani hanno seguito le sue lezioni on line.


Il segreto di questo terremoto educativo? Le lezioni di Khan sono numerose, brevi (quindici minuti), gratuite e facili da seguire. Ci sono già 1630 video tutorial a disposizione. Lui, l’insegnante, non appare mai in video. Gli studenti leggono ciò che scrive sulla lavagna elettronica, i suoi schemi, e ascoltano la sua voce suadente. Ecco, una scuola virtuale a disposizione di tutti, con livelli qualitativi da master ultra costoso e ultra prestigioso .

Sal Khan non è un genietto che cerca così di sbarcare il lunario. Le sue competenze nella finanza gli hanno permesso di accumulare un piccolo gruzzolo, che Sal ha reinvestito in parte nella Khan Academy. Né – dichiara il professore on line – ha voglia di monetizzare il suo successo. “Ho già una bella moglie, un figlio contento e allegro, due Honda, e una casa decente,” scrive sul suo sito.

Già, ma il denaro per portare avanti la sua impresa? Piovono donazioni. Come quella, da 100mila dollari, della moglie dell’imprenditore John Doerr, o l’altra – sempre 100mila dollari – dell’editore canadese John McCall MacBain. E, certamente, la fondazione di Bill Gates non resterà con le mani in mano e prima o poi staccherà un ottimo assegno.

Sal Khan dice di non avere particolari velleità. “Voglio solo aiutare gli studenti”, dice. E aggiunge: “In realtà la mia non è un’accademia. Piuttosto una biblioteca ben fornita”.

Grazie a Eugenio La Mesa per avermi segnalato questa storia.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da RG

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
agosto: 2010
L M M G V S D
« Lug   Set »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031