Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

BlackBerry: il problema non è tecnologico

Research in Motion (RIM), l’azienda che produce BlackBerry, ha dunque ceduto alle pressioni dell’Arabia Saudita. Il traffico dati sarà filtrato attraverso un server che sarà installato a Ryad, accessibile ai controlli della polizia locale, dotata delle chiavi per decodificare il codice criptato. Il governo saudita ha puntato i piedi in nome della lotta al terrorismo di matrice islamica. E’ facile prevedere che, a questo punto, RIM faccia la stessa cosa in Indonesia, India, Emirati Arabi, Libano e Algeria, che hanno minacciato altrimenti di bloccare i servizi di messaggistica dei BlackBerry.

Il braccio di ferro che si è appena concluso a Ryad conferma l’aumento del divario tra chi vuole che internet sia un mondo libero e senza lacci e la volontà degli Stati di controllare lo scambio di informazioni . La lotta  al terrorismo – in paesi a basso tasso di democrazia – appare un pretesto per soffocare ogni tipo di opposizione ai regimi locali.

Dopo gli attentati dell’11 settembre , i paesi occidentali hanno sempre cercato di controllare le comunicazioni elettroniche , in nome della sicurezza nazionale. Oggi anche gli altri paesi vogliono emularli. Tale controllo include il monitoraggio della vita politica, della società , delle relazioni industriali e commerciali a livello mondiale.

In nome dei principi democratici , la maggior parte degli Stati limita rigorosamente la autorizzazione alle intercettazioni , nel rispetto delle libertà fondamentali . Cosa che spesso è impossibile da verificare. Da questo punto di vista, il BlackBerry  – con il criptaggio delle comunicazioni – ha sempre rappresentato un problema. Non a caso si tratta dello smartphone più gettonato da professionisti, banchieri, imprenditori, politici e diplomatici di tutto il mondo.

I server di BlackBerry sono situati negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in Canada, ed è molto probabile che i servizi segreti di questi paesi possano già avere accesso alla rete criptata. Ecco perché Arabia Saudita & C. hanno parlato di  politica dei due pesi e due misure. Nei paesi governati da regimi autoritari, il BlackBerry è stato finora un toccasana per gli oppositori, che hanno potuto dialogare tra loro senza timore di essere intercettati. Oggi non più, almeno in Arabia Saudita.

Ecco perché il problema non è tecnologico, bensì politico.


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
agosto: 2010
L M M G V S D
« Lug   Set »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031