Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Wikileaks: ecco un “oscuro” finanziatore. Il sottoscritto

“Il volto oscuro di Wikileaks”, titola Il Sole 24 ore. “Giù nella tana di Wikileaks”, gli fa eco Il Foglio. L’attività di controinformazione del sito di Julian Assange non dà fastidio solo all’establishment statunitense. Così, se gli americani mettono in atto trappole  come quella svedese, c’è chi ipotizza oscure trame sui bilanci (assai miseri, in verità) di Wikileaks. E’ storia vecchia, d’altronde. Quando ProPublica – altro grande sito di controinformazione, da Pulitzer – ha sbugiardato BP per la marea nera nel Golfo del Messico, subito è spuntato fuori il gioco della dietrologia.

Già, storia vecchia. Cosa diceva Benedetto Croce, a proposito dei giornalisti? ”Ogni mattina un buon giornalista deve dare un dispiacere a qualcuno”.

Questa vicenda di Wikileaks e la freddezza/diffidenza dei giornalisti con la G maiuscola nei confronti di Assange & C. mi ha ricordato il film Fortàpasc di Marco Risi. Racconta la storia vera e tragica del giovane cronista Giancarlo Siani, ucciso dalla camorra per le sue inchieste. C’è il caporedattore (Sasà) che spiega al ragazzo che esistono due categorie di cronisti: gli impiegati e i giornalisti-giornalisti. I primi sono quelli che non danno fastidio e tengono conto della pericolosità del contesto. La frase finale è questa: «Giancà, ‘e nutizie song ruttur’ ‘e cazzo». «Giancarlo, le notizie sono rotture di cazzo».

E’ vero, Assange e Wikileaks sono davvero dei rompic…  E comunque, se qualcuno cerca gli “oscuri” finanziatori, eccone uno: il sottoscritto.


Twitter: @pinobruno

  • Comunque alla mia influenzabile mente comincia ad essere chiaro che i giornali quali Repubblica, Corriere, il Sole, il Foglio, ecc, ecc, un po' tutti sono fatti da giornalisti che non pubblicherebbero mai le notizie che Wikileaks sta pubblicando come il video degli americani che uccidono i due bambini in Afghanistan.

    Gentaglia che si fa chiamare giornalista.

  • Pingback: I finanziamenti di Wikileaks()

  • bepi

    sti stronzi,hanno una fottuta paura boia che la gente sappia che combinano,ed allora si inventano le piu' grosse balle del secolo nel tentativo di tappare la bocca a chi viene a sapere delle loro malefatte WWW Wikileaks! e chiunque li aiuti per la liberta' di informazione seria, e non di parte o di partito come vorrebbero sti……..

  • Pingback: Wikileaks: ecco un “oscuro” finanziatore. Il sottoscritto()

  • Pingback: Wikileaks: ecco un “oscuro” finanziatore. Il sottoscritto | Video Folli()

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
agosto: 2010
L M M G V S D
« Lug   Set »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031