Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Banda larga: la Vandea dalla controrivoluzione alla fibra ottica

Dal 1793 in poi, la Vandea  è sinonimo  di rivolta reazionaria e resistenza contro il progresso. Il Dipartimento francese sta per scrollarsi di dosso il fardello della Storia grazie alla fibra ottica e alla banda larga. La minuscola e graziosa cittadina di Mareuil-sur-Lay-Dissais, duemilaottocento anime, confuterà presto il luogo comune zona rurale ovvero divario digitale. E’ già cominciata la posa della fibra ottica e, entro l’estate, in settecentoquindici case arriverà internet a 100 MB/s.

Mareuil-sur-Lay-Dissais

L’iniziativa è del Consiglio generale della Vandea  e del governo nazionale, in collaborazione con France Telecom-Orange, per combattere il digital divide  nelle aree rurali o “molto rurali”. Dopo Mareuil-sur-Lay-Dissais, la fibra ottica si estenderà ad altri sette villaggi vicini.

 

Il presidente del Consiglio Generale della Vandea, Bruno Retailleau, è giustamente orgoglioso del primato, non solo francese ma europeo. Nel 2004 il Dipartimento si è impegnato ad annullare il divario digitale su tutto il territorio. Prima è arrivata la connessione per tutti a 2 MB/s, poi il colpo grosso dei 100 MB/s.  

La banda larghissima porterà ai cittadini di Mareuil-sur-Lay-Dissais servizi impensabili ancora oggi nelle metropoli del vecchio continente. Il Triple Play, ad esempio, cioè la televisione ad alta definizione via cavo. Per i cittadini utenti – assicura Bruno Retailleau – non ci saranno aumenti delle tariffe. Pagheranno i 100 MB/s allo stesso prezzo dei 2 MB/s.

Per la posa della fibra ottica si stanno utilizzando soprattutto le canalizzazioni già esistenti, per calmierare i costi dell’opera pubblica. Il progetto della “rivoluzionaria” Vandea  va avanti, per collegare tutti i municipi, le scuole, gli ospedali alla banda larghissima.

 


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
febbraio: 2011
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28