Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Wikileaks deve essere glocal

Wikileaks è uno dei protagonisti, quest’anno, del Festival internazionale del giornalismo di Perugia. Non poteva essere diversamente. E’ stato un positivo tsunami, per l’informazione. Ne ho parlato anch’io, oggi, insieme con Matteo Flora, Carlo Gubitosa e Giorgio Scura (uno dei due giornalisti italiani che hanno intervistato Julian Assange). Tema del panel: Il metodo Wikileaks applicato in Italia. Cercherò, nei prossimi giorni, di scrivere un post dettagliato sull’incontro, ricco di dettagli tecnici sul “metodo” suggerito dai “tecnici” ed esperti Flora e Gubitosa. Se sono rose fioriranno.

Daniel Domscheit-Berg

D’altronde, durante un altro incontro, il fondatore del sito Openleaks e, soprattutto, ex braccio destro di Julian Assange, Daniel Domscheit-Berg, ha detto che si devono esplorare nuovi terreni, magari ”a livello locale, come la corruzione o l’abuso di potere nelle piccole città”. Insomma tante Wikileaks, da global a glocal.

Openleaks fa proprio questo, offre soluzioni tecniche che permettono a fonti anonime di fornire informazioni a terzi. “Sta a loro, poi – ha detto Daniel – verificarle e contestualizzarle. Non so se e’ la soluzione ideale, ma è una delle lezioni che abbiamo imparato”.

Già, ma a che servono, allora, i giornalisti, se le informazioni riservate sono a disposizione di tutti, sullle Wikileaks destinate a moltiplicarsi?

Ci vogliono standard etici e modalità precise per gestire le
informazioni, ha detto l’ex braccio destro di Assange: “indipendentemente dalle informazioni che si pubblicano, ci vuole un contesto. Ogni ‘cable’ prevede che ci sia qualcuno che scriva un articolo, che analizzi e interpreti i documenti.

Insomma, abbiamo bisogno dei giornalisti”.

+

+

+

 


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
aprile: 2011
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930