Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Spider Truman dalle stelle alle stalle

Cyber attivista di Anonymous a Londra (photo AFP)

Stupisce lo stupore di tanti colleghi. Spider Truman non esiste, dicono. E’ un complotto per disinformare, un’operazione popolar popolareggiante, sordida, qualunquista. Dietro ci sarebbero parlamentari (pentiti?) o addirittura partiti (IDV). Eleonora Bianchini, sul Fatto Quotidiano, dice che la rete ha “smascherato” Spider. Avrebbe scopiazzato un testo altrui. Orrore! In rete non lo fa nessuno!

Non so chi ci sia dietro Truman. La Spectre, la CIA, l’ex KGB, Dart Fener, Simone Simonini, gli alieni. Perché attribuirgli a tutti i costi un ruolo da eroe? E’ soltanto una fonte anonima, che ha deciso di fare la Gola Profonda di tutti e non di qualcuno, come accade in genere. Il problema non è l’identità di Spider Truman ma la veridicità delle cose che scrive. Lui lancia sassi nello stagno. I giornalisti hanno il compito e il dovere di andare a vedere sotto le acque smosse, se c’è fuffa o ciccia.

Ad esempio, chiedere al Prefetto di Roma se e quante multe sono state cancellate ai deputati muniti di permesso ZTL con la lettera “magica” che Spider ha pubblicato in facsimile. Oppure domandare ai questori della Camera quanti tesserini parlamentari giornalieri e provvisori vengono rilasciati, per facilitare la vita ai pianisti.

Banalità? Fesserie? Disinformazja per alimentare l’odio qualunquista verso la casta? Basta verificare, incrociare le fonti. I giornalisti di mestiere sono pagati per questo.

 


Twitter: @pinobruno

  • ora sarebbe interessante l’analisi di come il web ha smontato la bufala, e di come la bufala ha ottenuto il suo effetto. Di sputtanare qualsiasi cosa seria si dica contro la casta, la cricca, la banda di autoassolutori che ci governano.

  • Giovanna, forse mi esprimo male. Non faccio il tifo per Spider. Faccio il cronista, non il dietrologo

  • non sono stupita. Vista la prima pagina di Libero oggi è del tutto coerente. I veri magna magna che portano l’Italia alla rovina sono Napolitano e l’opposizione. Come no. Contento tu

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
luglio: 2011
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031