Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Bavaglio alla rete. A Mosca come in Oceania?

La gioventù ha bisogno di essere sorvegliata per evitare che sia corrotta da idee ‘strane’, specialmente nella musica, che minano i valori tradizionali. Mi sembra che siano maturi i tempi per un monitoraggio nel Paese per scoprire cosa stanno ascoltando, cosa stanno leggendo, cosa stanno guardando”.  Chi lo ha detto? Dove accade? Non nell’Oceania di George Orwell ma a Mosca, dove il ministro dell’interno russo, Rashid Nurgaliyev, non dimentica le sue origini di dirigente del servizio segreto e parla come un esponente della psicopolizia di “1984”.

 

Le agenzie di stampa citano Nurgaliyev in un discorso a Novosibirsk. I giovani ”hanno dimenticato le vecchie canzoni d’amore, i valzer, tutto quello che ci ha unito, il nostro passato e le nostre radici. E’ necessario preparare una serie di misure per limitare l’attività di certe risorse di internet senza violare la libertà di scambio di informazione”.

Giornalisti e analisti del coraggioso sito russo di controinformazione Agentura dicono che il ministro dell’interno  vuole usare fondi statali per creare un sistema di monitoraggio di internet e di tutta la rete di telecomunicazioni del paese.

Un mese fa il capo dell’FSB, Aleksandr Bortnikov aveva chiesto a tutti gli operatori di telefonia mobile in di fornire i loro codici cifrati per poter sorvegliare le conversazioni sulle reti. ”Tutti i servizi di sicurezza devono avere accesso ai codici degli operatori della rete di telefonia mobile per poter sorvegliare eventuali azioni illegali”, aveva spiegato.  Bortnikov aveva fatto sapere che i servizi già ”collaborano” con Google e Skype per ”regolare i problemi specifici” riguardanti le comunicazioni su internet, senza fornire dettagli.

 

Fonti: Ansa, Agentura

 


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da RG

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
agosto: 2011
L M M G V S D
« Lug   Set »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031