Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

iTunes è un burocrate ma ci sono alternative

Diciamola tutta. iTunes è una palla. S’impalla, è avido di risorse, elefantiaco e razzista. Si, perché se l’emmepitre non è nudo e puro, col pedigree, lo schizzinoso gestore desktop dei rapporti con iPod, iPhone e Ipad lo respinge sdegnato. E poi la libreria. Per quanto si studi, il suo funzionamento sfugge alle logiche della logica digitale. Insomma, la sincronizzazione  della musica è un appuntamento al quale ci sottrarremmo volentieri, se non fossimo obbligati. Per fortuna un altro approccio è possibile.

Si chiama CopyTrans Manager – il programma è free, non si paga – e permette di amministrare i file musicali senza adoperare iTunes. Attenzione, va usato quando iTunes non è attivo, altrimenti le funzioni si sovrappongono. Per evitare il malinteso, si deve disattivare la funzione di avvio automatico di iTunes, che altrimenti parte quando si collega il dispositivo mobile alla porta USB del computer.

Il software è abbinato a una suite di applicazioni desktop a pagamento (CopyTrans, CopyTrans Photo, CopyTrans Doctor, eccetera), più potenti. Non è necessario acquistarle, per far funzionare il CopyTrans Manager che, ripeto, serve soltanto per gestire i file musicali senza passare per le forche caudine di iTunes.

Ecco un video dimostrativo:

 

 

 

 


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da RG

  • Io uso MediaMonkey, che offre il supporto agli iPhone/iPod e soprattutto permette di modificare il tipo e compressione dei file musicali al momento di sincronizzarli. Quindi è possibile conservare i file musicali con la massima qualità sul PC e comprimerli quanto li si sincronizza sull’iPhone che ha poca memoria libera (e convertire da WAV e altri formati non supportati da iOS). Anche MediaMonkey esiste in versione free e a pagamento, la ma versione gratuita è comunque molto potente.

  • Debian64

    Visto che parliamo di alternative al pesantissimo e “proprietarissimo” iTunes, per chi usa Linux e/o software open source segnalo: gtkpod, rhythmbox, banshee, clementine, ecc. (c’è solo l’imbarazzo della scelta)…

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
settembre: 2011
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930