Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

La balla spaziale caduta in Namibia

Una palla è caduta dal cielo in una prateria della Namibia, e non è quella che Cipputi ha sacrificato e scagliato nello spazio durante i riti scaramantici contro l’ennesima manovra del governo italiano. Questa è metallica, enorme, pesante tredici chili, con una circonferenza di 3,6 metri pesante sei chili, con una circonferenza di 1,1 metri (vedi nuove informazioni tra i commenti) e due gobbe sui poli.  Neanche Crozza/Kazzenger sa spiegarsi cosa sia e da dove sia arrivata.

 

AFP/Getty Images

L’origine della balla spaziale sta appassionando scienziati, astronomi, astrologi e paragnosti di tutto il mondo. Non ci si può giocare a pallone, perché ci si fa male. Non è d’oro e dunque non si può portare in un caveau svizzero. Non è di uranio e dunque non la si può usare per arricchirla e farne un ordigno nucleare.

Cos’è allora? Presagio dell’imminente 2012? Un segno dei Maya? Un pezzo della cometa di Natale? Una palla di cannone sparata dalla “Perla Nera” del capitano Jack Sparrow? La Banca Mondiale ha preso di mira la Namibia (poveri loro, in tal caso) e ha messo un segnalibro sulla Google Map?

La sfera è stata trovata da un contadino vicino a Onamatunga, nella regione Omunsati della Namibia, a metà novembre. Poco prima si è sentita un’esplosione.

La palla spaziale sembra essere vuota, costituita da una lega di metallo particolare ma comunque conosciuta. Fino a questo momento nessuna agenzia spaziale nazionale o internazionale ne ha rivendicato la proprietà.

Se avete perso una balla, fatelo sapere al governo della Namibia e rassicurate anche noi.

Il numero di telefono del Gabinetto del Primo Ministro è questo: +264-61-287 2002. Sul sito ufficiale non ho trovato indirizzi di posta elettronica.

Fonti: CNN, AllAfrica.com.

 

PS. Qui si dice che non c’è nulla di strano, e che balle come questa girano da parecchio. Non ne dubitavamo, visti i tempi…d’altronde ormai cade di tutto, dal cielo.

 

[subscribe2]


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
dicembre: 2011
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031