Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Climatizzatori auto: i nuovi gas potrebbero essere letali

Un gas killer potrebbe essere presto introdotto nei sistemi di refrigerazione delle automobili. La miscela – denominata HFO-1234yf – avrebbe un minore impatto sull’ambiente, ma a contatto con l’acqua o con calore elevato, potrebbe sprigionare un acido letale. La denuncia è della parlamentare europea Michèle Rivasi, eletta in Francia nelle liste di Europe Ecologie. Il gas HFO-1234yf, prodotto da DuPont e Honeywell, è stato approvato dalle autorità in Europa, Stati Uniti e Giappone. E’ indubbio il suo apporto ecologico, ma – dice la parlamentare europea – è stato sottovalutato il pericolo in caso di incidenti stradali.

 

 

“Le conseguenze – ha denunciato Michèle Rivasi – sarebbero drammatiche sia per gli occupanti dell’auto che per i vigili del fuoco e i soccorritori. Se si sviluppasse un incendio, la temperatura potrebbe raggiungere anche 1200 gradi e il contatto con l’acqua spruzzata dai vigili del fuoco (o con quella contenuta nelle vaschette per lavare i vetri) innescherebbe un processo a catena e si formerebbe acido cloridrico fluoridrico.

Questo gas, in caso di contatto con la pelle, entra nel corpo e attacca il sistema nervoso. Senza un trattamento adeguato e rapido, si può morire in pochi giorni.

 

La parlamentare europea ha citato uno studio pubblicato dal gruppo ambientalista tedesco Deutsche Umwelthilfe, che ha prodotto anche un video sui test realizzati.

 

 

Il gas HFO-1234yf è stato approvato a febbraio 2011 dall’Agenzia statunitense per la Protezione dell’Ambiente (EPA). General Motors vuole usare questo refrigerante a partire dal 2013. In Europa, il prodotto è stato selezionato dopo un processo di validazione condotto dalla Society of Automotive Engineers ( SAE ), che rappresenta gli interessi di tutti i gruppi nel settore automotive.

Le alternative al gas HFO-1234yf – dice Michèle Rivasi – ci sono ma costano molto di più.

Nel 2009, l’Agenzia tedesca per la protezione dell’ambiente (Umweltbundesamt) aveva sconsigliato l’adozione di questo fluido refrigerante proprio a causa dei rischi in caso di incidente automobilistico seguito da incendio.

 

Fonti: Michèle Rivasi, AFP, Le Monde, FranceInfo, Umweltbundesamt, Deutsche Umwelthilfe.

 

[subscribe2]

 

 


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
gennaio: 2012
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031