Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Telefonia mobile low cost con Free (solo in Francia)

Beati i cugini francesi, scrivevo a dicembre 2010 a proposito di Freebox v6 Révolution, la scatoletta magica per la banda larga disegnata da Philippe Starck per Free, operatore francese per le telecomunicazioni. Ebbene, adesso sono ancora più beati.  Il patron di Free –  Xavier Niel,  43 anni – ne ha fatta un’altra, di rivoluzione. Ha portato il low cost nel mondo della telefonia mobile, con tariffe che noi in Italia non possiamo neanche immaginare.  ”Il 10 gennaio 2012 è la vostra liberazione”, ha detto Niel ai francesi  durante la conferenza stampa per annunciare il nuovo prodotto. E ha aggiunto: “Ne abbiamo abbastanza di farci truffare con i prezzi per la telefonia mobile più cari d’Europa”.

 

 

L’offerta mobile di Free è davvero sbalorditiva. Se si è già abbonati alla Freeboox, con 15,99 euro al mese si portano a casa chiamate e sms senza limiti sui telefonini e sui fissi in Francia e in 40 altri paesi (in Europa, Stati Uniti e Canada), ventiquattro ore su ventiquattro e sette giorni su sette, con traffico internet sempre illimitato.

Se invece non si è tra i quasi cinque milioni di francesi che hanno in casa la Freebox, il costo aumenta di quattro euro al mese (19,99 euro).

C’è anche un’offerta usa e getta: con 2 euro si telefona per un’ora e si scrivono sessanta sms.

Xavier Niel, che in Francia molti paragonano a Steve Jobs, conta di raggiungere in poco tempo una quota di mercato del 25 per cento. Gli analisti finanziari ridimensionano le stime, ma in passato ogni previsione sulle performance delle aziende del giovane imprenditore si è rivelata sbagliata per difetto.

La mossa di Free costringerà gli altri operatori ad abbassare le tariffe. Ovvero, c’è chi blatera di liberalizzazioni e c’è chi le fa sul serio.

 

Fonti: Libération, Le Figaro, Ansa.

 

[subscribe2]


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
gennaio: 2012
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031