Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Google si immerge nella Grande barriera corallina

Google Maps ci mostrerà presto la Grande barriera corallina. Foto panoramiche subacquee ad alta definizione e a 360 gradi. Google ha collaborato con l’Università del Queensland e con il gruppo Caitlin per dar vita al progetto The Catlin Seaview Survey. E’ innanzitutto un’importante spedizione scientifica, per realizzare il primo studio completo su composizione e salute delle barriere coralline, a profondità finora mai raggiunte. La ricerca permetterà di valutare l’impatto dei cambiamenti climatici causati sull’intero ecosistema dal riscaldamento degli oceani e dall’inquinamento.

Il progetto è particolarmente affascinante, perché le immagini della spedizione permetteranno a scienziati e appassionati di esplorare a distanza la barriera corallina, con qualsiasi dispositivo collegato a Internet. Si potranno scegliere percorso e profondità, sarà possibile usare lo zoom per osservare anche i più piccoli particolari. Sarà un’esperienza inedita, perché in genere le spedizioni e le loro conclusioni restano quasi patrimonio esclusivo degli scienziati.

Per la prima volta nella storia, abbiamo la tecnologia a disposizione per trasmettere su Google i risultati di una spedizione – dice entusiasta Ove Hoegh-Guldberg, docente della University of Queensland – milioni di persone saranno in grado di sperimentare la vita, la scienza e la magia sotto la superficie dei nostri oceani.”

Le immagini sono catturate da quattro Fish-Eye con sensori  digital single-lens reflex (DSLR) montati su propulsori subacquei e sottomarini robotizzati. Il software di riconoscimento permetterà lo studio di pesci, coralli e altre creature marine in venti siti lungo le scogliere meno profonde al largo della costa orientale australiana. Le aree più profonde saranno mappate con risoluzione meno alta, a causa della mancanza di luce. Tutte le fotografie a 360 gradi saranno poi montate e caricate su Google Maps e saranno fruibili come quelle stradali di Google Street View.

Su YouTube ci saranno poi video-diari che documenteranno i progressi dei ricercatori.

La Grande barriera corallina (Great Barrier Reef) è la barriera di corallo più grande del mondo, composta da oltre 2900 barriere coralline singole e da 900 isole, si estende per 2600 km, su di una superficie di circa 344.400 km². È situata al largo della costa del Queensland, nell’Australia nord-orientale. La Grande Barriera Corallina può essere vista dallo spazio ed è la più grande struttura fatta di un unico organismo vivente. La struttura è composta da miliardi di minuscoli organismi, noti come i polipi del corallo. La barriera ha una grande biodiversità, ed è stata inclusa come Patrimonio dell’Umanità nel 1981 (da Wikipedia).


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
febbraio: 2012
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829