Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Il 5 per mille? Al WWF of course

Chiunque abbia visitato almeno una volta una delle cento oasi italiane del WWF può comprendere perché, anche quest’anno, ho deciso di devolvere il cinque per mille al Fondo mondiale per la natura. Il WWF non è un’associazione parolaia e velleitaria. Le cose che fa si vedono e si sentono, e sono increbibilmente semplici nella loro complessità.

Da più di 40 anni il WWF si occupa di aree protette e gestisce direttamente oltre 100 Oasi in Italia, per un totale di circa 30.000 ettari. Numerosi i progetti e le attività svolte al livello nazionale e locale: con i suoi programmi di educazione, di monitoraggio del territorio, di tutela legale e turismo responsabile, di ricerca. Le Oasi rappresentano il miglior modello di sistema integrato di gestione di aree protette in Italia e rappresentano il più grande progetto di conservazione della biodiversità del WWF Italia.

Il WWF realizza ogni anno più di 300 progetti di conservazione dedicati interamente alle foreste, in 65 paesi del mondo. A questi vanno aggiunti i progetti specifici dedicati alle specie animali che abitano nelle foreste, come la tigre o le grandi scimmie. Per non parlare del riscaldamento globale e dei suoi effetti, al centro dell’azione globale del Fondo mondiale per la natura.


Il WWF ricorda come lo scorso autunno il parco nazionale delle Cinque Terre è stato stravolto da una “bomba d’acqua”, quale conseguenza della temperatura del Mar Tirreno più alta rispetto alla media stagionale. Così come in molte altre realtà si sta da anni registrando un cambiamento dei tempi della fioritura, delle nidificazioni, delle riproduzioni e delle disponibilità della risorsa acqua.


Per difendere la natura, la biodiversità, le specie, le foreste, il mare, i fiumi, i laghi, per avviare e sostenere nuove campagne di informazione e sensibilizzazione, per dotare i volontari dei mezzi e degli strumenti necessari, servono soldi. Il WWF si regge grazie al contributo dei soci e dei donatori. La campagna per donare il cinque per mille è un’opportunità da non perdere, per dare linfa all’associazione.

Per aderire è sufficiente firmare nel riquadro del CUD 2012, del modello 730/2012 redditi 2011 o del Modello Unico Persone Fisiche 2012, e riportare nell’apposito spazio il codice fiscale del WWF: 80078430586.

È bene ricordare che le scelte di destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille dell’IRPEF non sono in alcun modo alternative fra loro e dunque possono essere espresse entrambe.

Insomma, ti basta una firma per essere una forza della natura (o almeno provarci).

 

 

5 x mille wwf

Articolo sponsorizzato



 


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
aprile: 2012
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30