Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Onde elettromagnetiche senza più segreti

Gli scienziati del Centro di ricerca aerospaziale francese Onera hanno fotografato le onde elettromagnetiche. La tecnologia EMIR (ElectroMagnetic InfraRed) permette di scattare immagini istantanee che rivelano l’intensità delle emissioni a partire dall’oggetto (telefono cellulare, router wi-fi, forno a microonde, radio, televisione, radar, eccetera) che le genera. I ricercatori di Onera erano a caccia di un metodo per identificare eventuali perdite di radiazioni e sono così arrivati a EMIR. La tecnologia individuata si basa sulla convergenza di diverse discipline. EMIR assicura il contenimento delle radiazioni, per impedirne la fuoriuscita in un ambiente esterno. Esigenza vitale, nel settore aerospaziale. I campi di applicazione di EMIR vanno oltre, perché il controllo e il monitoraggio dei campi elettromagnetici è vitale per l’industria e la nostra salute

 

Tutto su EMIR

La tecnologia si basa su una pellicola composta di strati metallici e polimeri in grado di assorbire una parte dell’onda per trasformarla in calore. Una termocamera ottica a infrarossi ultrasensibili può misurare con precisione l’aumento di temperatura. Il processo fisico di conversione di energia del film genera informazioni sui livelli di radiazione.

 

Cosa è necessario

Il dispositivo è costituito da tre elementi:

–          una termocamera ad infrarossi;

–          un foglio di polimero isolante, che non interagisce con le onde elettromagnetiche. Questa scheda è molto sottile, e permette la rilevazione del flusso di calore;

–          una pellicola metallica, che assorbe circa il 10% del campo elettromagnetico.

Il principio

–          assorbendo il campo, il film metallico viene riscaldato e quindi riscaldare l’isolante;

–          la misura viene eseguita con la termocamera;

–          i dati sono poi elaborati dal computer, che elabora la tridimensionale mappa delle onde assorbite.

 

Onera è una istituzione pubblica controllata dal Ministero francese della Difesa, con più di duemila dipendenti e duecento dottorandi e dottori di ricerca e un volume d’affari di 227 milioni di euro (dati 2010).

Fonti: Onera, CNET France.

 

 

 

 


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
luglio: 2012
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031