Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Ecco la mail usa e getta per combattere lo spam

Tema: ho bisogno di registrarmi a un sito (un forum, un gruppo, eccetera) ma non voglio usare la mia solita mail per ricevere il messaggio di convalida sul quale cliccare per confermare l’iscrizione. Svolgimento: mi procuro una mail usa e getta, che scade dopo dieci minuti (prorogabile per ulteriori dieci, venti, trenta minuti). Postfazione: a cosa può mai servirmi? Evitare di essere inserito in un’altra spam-list, quegli ordigni micidiali che vomitano ogni giorno tonnellate di messaggi spazzatura e ci intasano le caselle di posta elettronica.

 

10 Minute Mail è un escamotage che può risultare utile in molte circostanze. Agisce solo in ricezione e dunque non può essere usato per spedire messaggi anonimi, da corvo. Il funzionamento è quanto mai semplice e non si devono inserire dati personali. Quando si accede alla pagina web, l’indirizzo mail provvisorio è già pronto per essere copiato e incollato. Dopo dieci minuti si autodistrugge, a meno che non ci clicchi sul messaggio “Ho bisogno di più tempo! Dammi altri 10 minuti!”. La posta inviata all’indirizzo provvisorio si legge nella stessa pagina. Più comodo di così…

 

Lo sviluppatore – Devon Hillard – racconta di aver creato 10 Minute Mail per combattere la sua battaglia personale contro gli spammer. “Quando ho lanciato il servizio – racconta Devon – sono stato sommerso dalle critiche di amministratori di forum, che giuravano di non permettere agli spammer di accedere ai loro siti e di non aver mai ceduto indirizzi degli utenti a chi fa spam”.

“Un mese dopo – aggiunge Devon – il mio server riceveva circa settantamila mail al giorno, tutti messaggi diretti ad account scaduti di 10minutemail.com e presumibilmente tutti messaggi di spam. 70.000 al giorno?! Questa è la prova che non si deve usare la mail personale a cuor leggero. Certo – conclude lo sviluppatore –  esistono siti e forum affidabili, ma l’utente medio non può sapere con certezza se un sito o un forum venderà il suo indirizzo mail o invierà spam”.

Ho deciso di tener conto dei consigli di Devon Hillard. Ho già provato con un forum e ha funzionato. Ho usato una mail che si è già autodistrutta.

Cliccare qui per usare 10 Minute Mail.


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
settembre: 2012
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930