Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Hashtag in Francia non si può scrivere

Guai a scrivere hashtag in un documento ufficiale della Pubblica Amministrazione francese. Proibito, anzi interdit! La temibile Commission de terminologie et de néologie, che difende la lingua dalle contaminazioni straniere, ha sentenziato che la traduzione corretta di hashtag debba essere Mot-dièse (letterarmente parola-cancelletto). Decisione pubblicata in Gazzetta Ufficiale.

il-faut-se-mefier-des-mots

 

Così nel paese della Toile (cioè internet) sarà dura diventare follower (si scrive abonné) e impostare hashtag (mot-dièse) su Twitter.

Sciovinismo linguistico? Meglio loro di noi che chiamiamo “del Welfare” (cioè del benessere)  il ben più modesto e poco benefattore Ministero del Lavoro e Politiche Sociali?


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
gennaio: 2013
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031