Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Redditometro e foto di evasori britannici sul sito del fisco

Befera? Un agnellino, in confronto alla pari grado britannica, Lin Homer. Il governo conservatore del Regno Unito ci va giù ben più duro, con chi non paga le tasse. Lì il fisco pubblica sul suo sito nomi, cognomi e fotografie dei grandi evasori (Top Tax Criminals of 2012). Sarò impopolare ma tutto questo scandalo sul Redditometro/Spesometro proprio non riesco a vederlo. Nei Paesi normali è prassi comune, da parte del fisco, incrociare per via telematica dati e informazioni contenute nelle banche dati e verificare così la congruità delle spese sostenute con il reddito dichiarato. La Internal Revenue Service (IRS) statunitense lo fa da molti anni, così come la Direction Générale des Impôts di Francia e la Her Majesty’s Revenue and Customs (Hmrc) del Regno Unito.

 

Foto di evasori fiscali sul sito dell'Agenzia delle Entrate del Regno Unito

Foto di evasori fiscali sul sito dell’Agenzia delle Entrate del Regno Unito

Non so se i cittadini di Sua Maestà cambiano le mutande solo una volta al mese, per non incorrere nel sospetto di evasione (sto citando Piero Ostellino, dal Corriere della Sera). Io che le mutande le cambio più spesso, uso il ReddiTest messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. Forse non mi metterà al riparo dal voyerismo del fisco, ma è certamente più igienico.

 


Twitter: @pinobruno

  • Saverio Massari

    Neanche io riesco a vederlo, tutto questo scandalo; ma chi poi si scandalizza? Ostellino, il Giornale, V. Feltri, sempre i soliti che vedono le tasse come il fumo negli occhi. Da questi scandalizzati avete forse mai sentito una parola contro l’evasione? Al contrario: comprensione, giustificazione, strizzatine d’occhio agli evasori: l’indignazione contro il fisco che ci guarderebbe nelle mutande torna tanto più utile ora che la destra ha bisogno di tornare a mobilitare i suoi elettori, anche quelli disgustati da B., e come rimetterli in allarme? Con lo spavento fiscale. Ecco il motivo dello scandalo. Anche a me dà fastidio il fisco che mi guarda (e mi toglie) tutto, proprio tutto, ma non mi scordo che la causa principale non è la cattiveria di Befera, bensì il tradimento civile di quelli che mi fanno pagare anche le loro tasse. Ben venga il nuovo redditometro, e se possibile un nuovo governo con le idee chiare sull’evasione fiscale. Quanto a me, oggi ho appena pagato il MAV trimestrale coi contributi alla colf. E Ostellino?

  • Eleonora

    Bisognerebbe combattere l´evasione fiscale, non protestare contro l´introduzione di sistemi mirati a contenerla!In Danimarca la dichiarazione dei redditi e il calcolo dell´aliquota fiscale avvengono automaticamente, e non esistono modelli 740. Perché invece in Italia ci scandalizziamo tanto?

  • Pingback: x-cosmos.info Redditometro e foto di evasori britannici sul sito del fisco | x-cosmos.info()

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
gennaio: 2013
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031