Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Un anello conterrà tutte le nostre password

Basta con la miriade di password da tenere a mente, archiviare su supporti più o meno sicuri o – peggio – annotare su foglietti volanti. Così, soprattutto per evitare i furti di identità digitale, l’anno prossimo Google proporrà agli utenti una soluzione che ricorda i token forniti ai clienti dalle banche per generare password usa e getta. Sarà un anello da collegare al computer via USB. Sarà sufficiente digitare un solo PIN per connettersi a tutti i servizi Google e a quelli associati. Mayank Upadhyay, responsabile mondiale per la sicurezza di Google lo ha detto in un’intervista a France24.

Un anello come questo potrebbe presto contenere tutte le nostre password

…o come questo

…o come questo.

L’idea dell’anello – ha detto Upadhyay – è più di una ipotesi. Sarà un token di autenticazione da infilare al dito e collegare al computer. A quel punto si inserirà il PIN in una finestra del browser e il proprietario sarà identificato come l’utente legittimo dei servizi ai quali vuole connettersi. Questo prodotto sarà in vendita non solo attraverso Google, bensì in qualsiasi negozio di computer, e siamo certi che altri siti si assoceranno per offrire un accesso di sicurezza con il token, che a quel punto diventerà una chiave universale.

Mayank Upadhyay ha aggiunto che i dipendenti di Google stanno già utilizzando il token e che i test esterni cominceranno entro la fine dell’anno. La vendita è prevista entro il 2014. Fino ad allora dobbiamo approfondire ogni problema relativo alla sicurezza, anche nel caso in cui l’utente perda il suo token.

Insomma, per non impazzire con le password e difenderci dai delinquenti informatici potremmo essere costretti a mettere un anello al dito. Sempre meglio del tatuaggio o della pillola per l’autenticazione a cui sta lavorando Motorola!

Fonte: France24


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
giugno: 2013
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930