Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Giornalisti investigativi? ecco i libri per voi

E due. Dopo l’eBook gratuito del prof Giovanni Ziccardi per Marsilio – Il giornalista hacker – ecco un altro prezioso strumento per chi ha voglia di cimentarsi con la pratica del giornalismo investigativo in Rete. Lo ha scritto Leonida Reitano per Minerva Edizioni e ha per titolo Esplorare Internet – Manuale di investigazioni digitali e Open Source Intelligence. L’autore è presidente dell’Associazione di Giornalismo Investigativo e il suo testo è rivolto “all’utilizzo professionale della rete Internet per ricavare informazioni su fenomeni sociali e criminali, persone fisiche e giuridiche, profili individuali e collettivi. Un manuale per i giornalisti d’inchiesta, ma che torna utile a tutte le professioni aventi a che fare con l’investigazione”.

esplorare-internet-giornalismo-investigativo

“Scopo principale del libro – racconta Reitano a Sara Sbaffi di European Journalism Observatory – è emancipare i giornalisti dalla necessità di ricorrere alle fonti confidenziali le quali molto spesso hanno un intento manipolatorio quando forniscono informazioni”.

La metodologia illustrata nel manuale di Leonida Reitano è l’OSINT (Open Source Intelligence, analisi delle fonti aperte) “che comprende diversi ambiti disciplinari combinati tra loro (strumenti di hacking della rete, uso avanzato dei motori di ricerca, utilizzo dei portali di investigazioni digitali, tecniche di analisi investigative per valutare il materiale e proiettarlo su strumenti di elaborazione grafica dei dati) e ricorre a diverse fonti (mezzi di comunicazione di massa, dati pubblici, file multimediali, dati provenienti da database con informazioni istituzionali o da database a pagamento con informazioni di provenienza editoriale).

Attraverso l’analisi delle fonti aperte su Internet è possibile ottenere informazioni significative pur partendo da pochissimi dati. L’indirizzo di un sito web, un’email, un semplice curriculum vitae possono diventare delle miniere di notizie e dettagli informativi. In un mondo aperto come quello di Internet, documenti, dati e  informazioni saranno sempre più messi a disposizione degli utenti della rete. Conviene essere preparati e pronti allo sfruttamento di questa immensa risorsa”.

A proposito dei social network usati come fonti, Reitano dice che “I social network sono una miniera d’oro per chi cerca informazioni su Internet. Tramite essi si possono ottenere informazioni sulle posizioni professionali di un individuo, le sue preferenze politiche, i suoi gusti sessuali, la sua rete di relazioni, le sue capacità cognitive e intellettuali. Una delle mie ultime analisi ha riguardato la penetrazione di sentimenti antieuropei dentro le istituzioni della sicurezza italiane: esercito, polizia e carabinieri. Tra le tante scoperte ho individuato un generale dell’esercito italiano fan di Mussolini che auspica uno sganciamento dell’Italia dell’Europa”.

Quanto agli strumenti utili per il buon giornalista digitale, sono sempre validi anche i consigli del prof Giovanni Ziccardi.

Il-giornalista-hacker


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
gennaio: 2014
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031