Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

La fiaba da leggere? C’era una volta e c’è ancora, anche a distanza

Che buffi, talvolta i giornali italiani. In rete e su carta, ieri alcune testate hanno pubblicato la bella storia di una applicazione per leggere fiabe a distanza ai figli lontani. Peccato che abbiano omesso di citare sia la fonte (il che è quasi prassi, da noi) che il nome della app. Così abbiamo dovuto fare i salmoni, risalire la corrente e cercare la news originale. Innanzitutto, per ristabilire la gerarchia della notizia,  vi diremo il nome della app: Caribu. Andiamo per ordine.

Caribu è una app gratuita per iPad creata da quattro ragazzi londinesi e resa pubblica qualche giorno fa, il 23 gennaio. Ben Mallett, Philip Linnemann, Si Dhanak e Alvaro Sabido raccontano di essersi ispirati a una fotografia che ha girato vorticosamente in rete nel 2012. L’immagine, pubblicata dal blogger californiano David L. Wagner, mostra un soldato statunitense seduto al tavolino di un caffè, quasi certamente in un aeroporto. La didascalia dice che sta leggendo un libro per bambini a suo figlio,  davanti alla webcam del suo notebook. Il libro è grande, forse il figlio (o la figlia) ha chiesto di vedere meglio un’illustrazione e il soldato cerca di accontentarla, mettendo a fuoco e sporgendosi dietro il libro. Istantanea forte e tenera allo stesso tempo.

soldier story

Ben, Philip, Si e Alvaro si son messi al lavoro e dopo qualche mese hanno tirato fuori Caribu. C’è un mucchio di papa, mamme, nonni, zii e parenti vari che darebbero chissà cosa per poter leggere le fiabe ai nipotini lontani. E viceversa. Un target di tutto rispetto, insomma, anche per farci business. Già, perché Caribu è una app gratuita ma i libri di favole illustrate e storie interattive da leggere si acquistano. Sono solo in inglese, al momento, ma potrebbe essere anche un’occasione per prendere due piccioni con una fava, fiabe e lingua.

Funzionerà? Il video è intrigante e la formula cuore e bit può risultare vincente.


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
gennaio: 2014
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031