Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Il Ragazzini 2016 inglese – italiano – inglese in tasca

È un vero e proprio investimento, ma poter consultare rapidamente sullo smartphone o sul tablet un dizionario di inglese-italiano-inglese come il Ragazzini 2016 di Zanichelli non ha prezzo. E poi, in fondo, quello di carta costa più o meno la stessa cifra, ma non te lo porti in tasca o in borsa e – soprattutto – non ti fa ascoltare come si pronunciano correttamente tutte le parole ricercate!

Una grande app per chiunque debba fare i conti con l’inglese, per studio, lavoro o diletto. L’edizione 2016 è aggiornata con tutte le parole e nuove accezioni più importanti, sia dell’inglese sia dell’italiano, dal linguaggio giovanile, come bae (si pronuncia bei, è slang e significa figo, forte, ragazzo o ragazza), alle nuove tecnologie, come contactless e clickbait.

Nel Ragazzini 2016 c’è una nuova rubrica sui fenomeni linguistici più recenti e significativi: WordWatch spiega le origini dei neologismi, come binge-watching e notspot, e mutamenti linguistici, come l’introduzione del prefisso uber-.

Consolidati i fondamentali del dizionario, cioè più di  400.000 voci e significati, compresi nomi di persona, cognomi e toponimi inglesi, la pronuncia sonora delle parole inglesi e italiane, la trascrizione fonetica e le tabelle di flessione delle parole inglesi e ancora 120.000 termini specialistici, 13mila sinonimi e contrari, verbi frasali, 600 note d’uso per evitare gli errori e risolvere dubbi.

L’applicazione – già disponibile per iPhone, iPad sull’Apple Store – sarà presto in vendita anche per i dispositivi Android. Costa 33,99 euro (una cifra, lo so, ma i dizionari durano qualche anno). Un piccolo consiglio a Zanichelli: chi ha già comprato l’app dovrebbe aver diritto all’aggiornamento a prezzo scontato. Per il resto, davvero un acquisto da consigliare.


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
gennaio: 2016
L M M G V S D
« Set   Feb »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031