Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Una class action per il teatro Petruzzelli di Bari

“Quale contribuente della Repubblica Italiana aderisco alla class action procedimentale a firma di Luigi Paccione, Alessio Carlucci e Nicola Favia”. Finalmente una iniziativa concreta in favore della riapertura del Teatro Petruzzelli di Bari, bruciato non si sa da chi e perché la notte tra il 26 e il 27 ottobre del 1991.

La riapertura del teatro, i cui lavori di ricostruzione sono ormai completati, è diventata un caso politico nazionale. Tutti contro tutti. Per ovviare ai bla bla della politica, tre avvocati hanno avviato una iniziativa per chiedere al ministro per i Beni culturali la sospensione dell´erogazione di fondi pubblici per la ricostruzione del teatro. 

“L´erario pubblico – sottolineano i tre legali – non può legittimamente, ai sensi di legge, accollarsi gli oneri patrimoniali correlati ad opere edilizie di ricostruzione di un edificio di proprietà privata”. Gli avvocati Paccione, Carlucci e Favia che hanno sottoscritto l´iniziativa in qualità di contribuenti, chiedono anche che il teatro diventi pubblico e – in caso contrario – la restituzione da parte degli eredi del teatro del denaro erogato dallo Stato per finanziare i lavori. 

Non è un caso che riguardi solo i cittadini baresi. Un teatro bello e storico come il Petruzzelli è patrimonio di tutti gli italiani. 

Per aderire alla class action è sufficiente inviare una mail, dopo aver letto il documento che è qui in allegato.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

  • Pingback: Caro Bing, il teatro Petruzzelli non è lì dove lo indichi | Video Folli()

  • @ Rosario De Giglio

    gentile amico, per aderire formalmente alla class action, segua le istruzioni riportate sul sito ufficiale:

    http://www.classactionprocedimentale.it

    saluti cordiali

  • Rosario De Giglio

    Quale cittadino barese, medico-psichiatra, stanco del vile attaccamento alla “robba”, come direbbe G. Verga,dei cosiddetti proprietari del Petruzzelli, senza alcuna considerazione per la usufruizione dell’arte consegnata consegnata al popolo dallo stesso antenato, aderisco totalmente alla classaction. Che vinca la nostra sensibilità sulla brama di possesso di gente senza senso della storia.

  • franz tamma

    Aderisco alla class action procedimentale a firma di Luigi Paccione, Alessio Carlucci e Nicola Favia contro il finanziamento pubblico a favore del teatro Petruzzelli di Bari come proprieta' privata.
    Franz Tamma. ingegnere libero professionista.

  • Quale contribuente della Repubblica Italiana aderisco alla class action procedimentale a firma di Luigi Paccione, Alessio Carlucci e Nicola Favia”. Finalmente una iniziativa concreta in favore della riapertura del Teatro Petruzzelli di Bari, bruciato non si sa da chi e perché la notte tra il 26 e il 27 ottobre del 1991.Antonio Favuzzi,giornalista e professore

  • Pingback: Una class action per il teatro Petruzzelli di Bari (seconda parte)()

  • …le adesioni sono salite a 180, dicono i promotori della class action…l'iniziativa va avanti nonostante l'indifferenza (?) degli organi di informazione locali…

  • Pingback: Quizenefotte » Blog Archive » Petruzzelli: aderiamo alla class action()

  • ft

    Concordo perfettamente con il contenuto del commento di Pino Bruno, il problema della proprietà è fondamentale in tutta la questione del teatro.
    Purtroppo temo che tutta la vicenda già cominciata male, finisca peggio.
    Cordiali saluti.

  • Mi dicono i promotori che ci sono già 110 adesioni. E' un primo successo, per una iniziativa snobbata dai partiti (per fortuna!) e dagli organi di informazione. Questi ultimi, poi, inseguono finti tagli di nastro, lenzuola stese e cavolate analoghe che non affrontano il nodo del problema. Se il teatro è privato perchè il restauro devono pagarlo i cittadini? Che se lo tengano, lo trasformino in garage o sala bingo. Restituiscano il denaro pubblico, così si costruisce un teatro nuovo e più bello da qualche altra parte e finisce la telenovela… che ci ha rotto peggio di Beautiful.

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
novembre: 2008
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930