Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Ecco la cuffia hi-tech per chi non sopporta gli auricolari

Non sopportate gli auricolari e le cuffiette classiche perché vi fanno male le orecchie oppure perché non volete isolarvi del tutto dal mondo mentre siete alla guida o fate sport all’aperto?  Un’alternativa c’è. Si chiama AfterShokz. L’azienda statunitense ha creato cuffiette speciali che adottano la tecnologia a conduzione ossea.  Come funzionano? Il suono stereofonico viene trasmesso all’orecchio interno attraverso le ossa della scatola cranica, a differenza delle cuffie tradizionali che usano  i timpani. Ho fatto un test della cuffia Bluez AS330 di AfterShokz, cioè il top di gamma.

Il suono a conduzione ossea si trasmette all’orecchio interno attraverso le ossa del cranio. Il trasduttore elettromeccanico (auricolare) a condizione ossea è posizionato sulla tempia e sulla guancia e converte i segnali elettrici in vibrazioni meccaniche per trasmettere il suono all’orecchio interno attraverso le ossa del cranio. Analogamente, un microfono può essere utilizzato per registrare suoni pronunciati tramite conduzione ossea.

Il risultato del test? Davvero molto interessante, come racconto in questo articolo per Tom’s Hardware.

aftershokz-as330-bluez

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
maggio: 2014
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031