Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Stai Visualizzando

Post taggati con ‘ Afghanistan ’

Se il talebano adesca i soldati su Facebook

Data mining, geo tagging e belle fanciulle. I talebani adottano falsi profili sui social network. Si spacciano per donne avvenenti e adescano i soldati della coalizione che li combatte in Afghanistan, per sottrarre informazioni. Una tecnica antica che – a quanto pare – funziona anche nella vita digitale. Che polli, questi militari, direte. Non sanno che

Continua

I Want You for U.S. Army su iPhone

E’ una vecchia storia: I Want You for U.S. Army. La crisi economica ha dato una grossa mano alla campagna di arruolamento nelle forze armate statunitensi. Adesso vestono la divisa anche i giovani più scolarizzati, che prima trovano più facilmente lavoro nel mondo civile. L’esercito si adegua al nuovo target e, per meglio intercettarlo, sbarca

Continua

Wikileaks dà fastidio e continua la campagna di fango

E’ noioso ripetersi, ma il 28 ottobre scorso (e tante altre volte in precedenza) questo blog aveva spezzato una lancia in favore di Wikileaks, la gola profonda digitale per i giornalisti che vogliono approfondire e fare controinformazione. Il copione della disinformatjia si sta attenendo con fedeltà alle battute scritte. La magistratura svedese ha deciso di

Continua

WikiLeaks: i russi, i russi, gli americani…e i giornalisti

Cantava Lucio Dalla in Futura: “…i russi, i russi gli americani… aspettiamo senza avere paura, domani”. Fa pensare a WikiLeaks, buca delle lettere di tutte le gole profonde del mondo, sito prezioso per i giornalisti che vogliono fare controinformazione attingendo a fonti preziose (da verificare e riverificare, ovviamente), altrimenti irraggiungibili o difficilmente raggiungibili. WikiLeaks non

Continua

PowerPoint rende stupidi?

Nella Francia digitale impazza il saggio del giornalista-comunicatore d’impresa Franck Frommer “La pensée PowerPoint” (La Découverte), libro inchiesta sulla popolare applicazione della suite Office di Microsoft. Il sottotitolo – Inchiesta sul programma che rende stupidi – fa comprendere dove vuole andare a parare l’autore.  

Continua

Medal of Honor: il ministro britannico della difesa chiede di proibirlo. Potrebbero vincere i talebani

Non è la prima volta che un videogame suscita polemiche ad alto livello e non sarà l’ultima. Al ministro della difesa di sua maestà britannica, Liam Fox, la nuova serie di avventure digitali dello sparatutto Medal of Honor, proprio non piace. Fox ha chiesto che la vendita del gioco ambientato in Afghanistan – in uscita

Continua

AAA analista di immagini da Drone cercasi

I servizi segreti statunitensi cercano esperti di grafica e montaggio di immagini televisive, per analizzare l’imponente mole di filmati girati dai droni che sorvolano da anni l’Afghanistan. Scrive il New York Times che i militari non riescono a catalogare le immagini. Perché i filmati abbiano un senso, è necessario classificarli,  e ottenere così un risultato simile

Continua

Afghanistan e Iraq uomini e donne non soltanto numeri di matricola

Arnaldo Forcucci, Alessandro Caroppo, Giovanni Pezzulo, Daniele Paladini, Lorenzo D’Auria, Vincenzo Cardella, Giorgio Langella, Giuseppe Orlando, Carlo Liguori, Luca Polsinelli, Manuel Fiorito, Michele Sanfilippo, Bruno Vianini, Bruno Giovanni. Sono i nomi dei quattordici militari italiani morti in Afghanistan dall’inizio dell’Operazione Enduring Freedom. Sette sono stati uccisi durante attacchi e attentati. Gli altri a causa di

Continua

Aerei senza pilota

Qualche pezzo grosso del Pentagono ha visto “Leoni per agnelli”, lo splendido film di Robert Redford su guerra, politica e giornalismo (anche se in Italia molti critici lo hanno definito verboso). Da qualche tempo in Afghanistan, per evitare troppe perdite umane, gli americani usano gli aerei telecomandati per fare i raid. La tecnologia al servizio

Continua

Salva la vita di Parwez

Parwez ha lavorato come interprete per Pino Scaccia in Afghanistan. Era stato condannato a morte perchè si batteva per i diritti delle donne. Adesso la pena è stata commutata in vent’anni di carcere (!). Pino dal suo blog chiede che si parli di questo giovane reporter, dell’assurdità di leggi arcaiche come quelle tuttora vigenti nel

Continua

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
dicembre: 2020
L M M G V S D
« Ago    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031